Ugo Bassi sui gradini di S. Petronio

Ugo Bassi sui gradini di S. Petronio

1848

Scheda

Molti furono i sacerdoti e i religiosi che parteciparono alle guerre per l’indipendenza, pagando spesso con la vita il loro fervore patriottico. Tra questi il padre barnabita Ugo Bassi. Nato a Cento nel 1800, appena quindicenne aveva combattuto nelle fila dell’esercito murattiano e, con altrettanto entusiasmo, si era aggregato ai volontari che, nell’aprile del 1848, parteciparono alle prime fasi della prima Guerra di indipendenza. Nei giorni immediatamente precedenti,il padre Bassi, che godeva fama di entusiasmante predicatore, tenne a Bologna, con grande concorso di popolo, una serie di prediche nel corso delle quali vennero lanciate sottoscrizioni per finanziare i volontari che, in nome di Dio e dell’Italia, stavano per partire. Il dipinto di Napoleone Angiolini (1797-1871) raffigura una di queste giornate bolognesi, pervasa da una forte animazione. In primo piano viene rappresentato un momento della raccolta di offerte e gioielli promossa per l’occasione; al fianco del prete è ritratta una fanciulla che si recide i capelli per potere comunque partecipare dell’entusiasmo generale; guardie civiche pontificie osservano composte la folla, sulla quale sventolano diverse bandiere tricolori con la scritta “W l’Italia”. L’intera scena sembra premonitrice dell’ultimo anno di vita del padre Ugo Bassi: sempre a fianco dei patrioti, partecipò alla difesa di Roma, seguendo Garibaldi nella sua fuga verso Venezia. Inseguito e braccato, fu catturato dagli austriaci e fucilato a Bologna l’8 agosto 1849. Nel dipinto, in basso a destra, in mezzo alla folla è raffigurato un bambino che trattiene al guinzaglio, con un certo sforzo, un cane di piccola taglia.

Napoleone Angiolini (1797 - 1871), Ugo Bassi sui gradini di San Petronio. 1848. Olio su tela, 47,5 x 55 cm. Museo civico del Risorgimento di Bologna.

Mirtide Gavelli

Testo tratto da: Colorare la patria: tricolore e formazione della coscienza nazionale, 1797-1914, a cura di M. Gavelli, O. Sangiorgi, F. Tarozzi, Firenze, Vallecchi, 1996.

Leggi tutto

Eventi

Luoghi

Opere

Persone

Multimedia
Il 1848 bolognese: Ugo Bassi
Il 1848 bolognese: Ugo Bassi

Il 1848 bolognese: Ugo Bassi. Intervista ad Otello Sangiorgi e Angelo Varni. A cura del Comitato di Bologna dell'istituto per la storia del Risorgimento italiano. Con il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. www.vedio.bo.it

Il 1848 bolognese
Il 1848 bolognese

Intervista ad Mirtide Gavelli e Angelo Varni. A cura del Comitato di Bologna dell'Istituto per la storia del Risorgimento italiano. Con il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. www.vedio.bo.it

Il 1848 bolognese - testimonianze
Il 1848 bolognese - testimonianze

Mirtide Gavelli: L'8 agosto 1848 nelle testimonianze di un popolano e di una nobile. A cura del Comitato di Bologna dell'istituto per la storia del Risorgimento italiano. Con il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. www.vedio.bo.it

1859 - Bologna finalmente fu libera
1859 - Bologna finalmente fu libera

Video riassuntivo della rievocazione storica dell'Associazione 8cento che nel 2019 ha dedicato al XII giugno 1859, anno in cui ebbe termine il governo pontificio e si mossero i primi passi verso l'adesione al regno sabaudo.

Documenti
Museo civico del Risorgimento (Il)
Tipo: PDF Dimensione: 4.86 Mb

Fulvio Cantoni; Il Museo civico del Risorgimento dal 1904 a tutto il 1914, relazione del direttore Fulvio Cantoni al sig. assessore per la Pubblica Istruzione; Bologna, Cooperativa Tipografica Mareggiani, 1916

Apri mappa