Vizzano

Scheda

Nella zona di Rioveggio, alla fine dell’agosto 1944, le possibilità di scontro tra partigiani e tedeschi sono altissime.
La Stella Rossa è rientrata definitivamente a Monte Sole e spesso i partigiani, spinti dalla fame, scendono nelle case e nelle botteghe della valle per rifornirsi di cibo. Da parte loro i tedeschi, che hanno dovuto abbandonare Firenze, intensificano sempre più la loro presenza nelle retrovie del fronte occupando anche le case dei civili. I
l 7 settembre 1944, a Casa del Sarto, i partigiani uccidono due sottoufficiali e i tedeschi attuano una dura rappresaglia che colpisce indiscriminatamente un gruppo di uomini sottratti dalle case o fermati per strada. Alcuni ostaggi vengono rilasciati, ma dodici uomini (quindici secondo la ricostruzione di don Dario Zanini ) vengono avviati verso Bologna.
La sorte dei prigionieri diviene nota solo dopo la guerra, quando a Vizzano, nel territorio di Sasso Marconi, vengono ritrovati i loro corpi. Tra coloro che vengono uccisi l’8 settembre 1944 a Vizzano, nove, tra cui cinque partigiani della Stella Rossa, sono residenti nei comuni di Monzuno e Grizzana: Raffaele Bartolini , Antonio Cioni , Gaetano Sordi , Corrado Zanini , Tonino Zanini e suo figlio Mario, Lodovico Tovoli, Gualtiero Valdiserra e Antonio Zuarzi.
Dopo la rappresaglia anche quelli che erano rimasti in paese nonostante i bombardamenti cercano sulle colline dei dintorni una nuova sistemazione, più protetta rispetto ai pericoli del fondovalle.

Leggi tutto

Persone

Altro

Luoghi

Apri mappa