Trebbi Oreste

Trebbi Oreste

1872 - 29 Marzo 1944

Note sintetiche

Scheda

Fu giornalista e scrittore, poeta e critico teatrale, studioso della sua Bologna sotto tutti gli aspetti: tradizione, letteratura, arte. La sua biblioteca, ricca di ben 5000 volumi, è una grande risorsa per gli studiosi di linguistica, di teatro, di poesia e di storia cittadina. Presso l'Archiginnasio si conserva anche un ampio fondo di suoi documenti e carteggi. Tra le sue numerose pubblicazioni ricordiamo Bulåggna la Grâsa, e La vècia afadè, Costumanze e tradizioni del popolo bolognese, Aspetti e caratteri di Bologna che fu.

Fu amico dei grandi dell’epoca d’oro della cultura bolognese, come Giosue Carducci, Enrico Panzacchi, Augusto Majani, Amilcare Zamorani e collaborò con Alfredo Testoni a varie opere. Per suo volere la sua morte fu annunciata a funerale avvenuto e la biblioteca donata alla Famèja Bulgnaisa che tutt'ora la conserva. Grazie a lui è ancora possibile sfogliare volumi che altrimenti sarebbero andati perduti. Riposa nella Galleria a Tre Navate (loculo 51) della Certosa di Bologna.

Elisa Musi

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Eventi

Luoghi

Persone

Multimedia
Bologna post unitaria
Bologna post unitaria

Quadro socio politico della Bologna post unitaria nel periodo 1859-1900. Intervista ad Alberto Preti. A cura del Comitato di Bologna dell'istituto per la storia del Risorgimento italiano. Con il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. www.vedio.bo.it

Documenti
Teatro bolognese dialettale (Il)
Tipo: PDF Dimensione: 2.60 Mb

Emilio Roncaglia, Il teatro Bolognese, in Bologna, Album - Storico. Bologna, Stabilimento Tipografico Successori Monti, 1882.

Bologna d'oggi - 1929 - n. 4
Tipo: PDF Dimensione: 6.42 Mb

Bologna d'oggi - Rassegna bimestrale illustrata. Anno III n. 4 - agosto ottobre 1929. Officina grafica Combattenti, Bologna. Collezione privata.

Bologna d'oggi - 1927 - n. 4
Tipo: PDF Dimensione: 2.02 Mb

Bologna d'oggi - Rassegna illustrata mensile. Anno I n. 4 agosto - settembre 1927. Tipografia Vighi & Rizzoli, Bologna. © Museo Risorgimento Bologna | Certosa