Grandi Walter

Grandi Walter

23 giugno 1920 - 16 marzo 1945

Note sintetiche

Titolo di studio: Licenza elementare
Causa della morte: Esecuzione
Occupazione: Fabbro

Riconoscimenti

  • Partigiana/o (15 giugno 1944 - 16 marzo 1945)

Scheda

Walter Grandi, da Romolo e Filomena Zaccheroni; nato il 23 giugno 1920 a Imola; ivi residente nel 1943. Licenza elementare. Fabbro.
Militò nella 36a brg Bianconcini Garibaldi e, successivamente, nel dist imolese della 7a brg GAP Gianni Garibaldi.
Comandante di un gruppo gappista, essendo munito di tesserino della Todt che gli consentiva la libera circolazione, ebbe anche il compito di mantenere i collegamenti fra le varie basi partigiane.
Il 16 febbraio 1945, catturato per delazione dai tedeschi, fu consegnato alle brigate nere. Tradotto nella Rocca (Imola) venne torturato.
Il 22 febbraio 1945 fu trasferito a Bologna prima nella caserma di via Borgolocchi e poi rinchiuso nel carcere di S. Giovanni in Monte. Prelevato il 16 marzo 1945, venne fucilato a San Ruffillo insieme con Zelindo Frascari, Wladimiro Gollini, Enea Loreti.
Riconosciuto partigiano dal 15 giugno 1944 al 16 marzo 1945. [AQ]

Note

E' ricordato nel Sacrario di Piazza Nettuno.

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Eventi

Luoghi

Persone

Bibliografia
Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919- 1945)
Albertazzi A., Arbizzani L., Onofri N.S.
1985 Bologna ISB