Maccagnano

Scheda

La mattina del 29 settembre 1944 Ruggero Acacci e suo suocero Giovanni Righi lasciano Maccagnano, poco sopra Pioppe di Salvaro, e percorrono varie centinaia di metri su per le colline, finché non arrivano in una zona boscosa dalla quale vedono una pattuglia in uniforme tedesca che scompare dietro la curva, diretta alla loro casa. I soldati parlano in dialetto bolognese.
Dopo poco dalla casa si leva del fumo e si sentono muggiti di animali e grida.
Vengono uccisi i familiari di Ruggero Acacci: la moglie, la figlia di cinque anni, la suocera e la sorella della moglie. Nella casa si trovano anche Nello e Maria Bevilacqua, che abitano a Ca’ Rossino, poco più in alto di Maccagnano, insieme alla madre Ernesta Serenari e ad alcuni loro parenti sfollati. Anch’essi perdono la vita.

Leggi tutto

Persone

Altro

Luoghi

Eventi

Apri mappa