Porta di Castello

Porta di Castello

via Porta di Castello

Scheda

Da via Monte Grappa alla confluenza delle vie Galliera, Manzoni e Parigi.
Prima documentazione dell'odonimo: 1259 (portam Castelli, Trivium, stratam porte de Castello).


Il toponimo Porta di Castello risale almeno al XIII secolo ed è associato a questa via almeno dal XVI secolo.

A dare il nome alla via non fu, come da alcuni creduto, la famiglia Castelli, che qui pure ebbe le sue case, ma fu il Castello Imperiale, che qui esisteva e di cui cospicui resti sono tuttora visibili all'interno del palazzo Ghisilardi-Fava (ora Museo Civico Medievale, via Manzoni 4) a dare il nome sia alla famiglia, sia alla via.

La evidente sopraelevazione che interessa via Porta di Castello è il risultato della antica presenza di questo castello che fu distrutto prima del 1116 anno in cui l’imperatore Enrico V in località Governolo, presente Ubertus Comes Bononie, perdonò i bolognesi per l'avvenuta distruzione.

La porta del Castello, che diede il nome alla via, doveva corrispondere con l'attuale voltone.
Questo era un luogo importante della Bologna altomedievale. Basti pensare che via Monte Grappa era la via di percorrenza principale verso ovest all'interno della piccola città (grossomodo quadrilatera). La parte occidentale del Decumano Massimo della Bononia Romana era praticamente inagibile, occupato dai resti della Civitas Antiqua Rupta, le macerie della città abbandonata durante la crisi del IV secolo. Tanto importante che a pochi metri di distanza dalla porta del castello fu posta una delle Quattro Croci della città altomedievale: la Croce dei Santi Martiri Sebastiano e Fabiano.

Da segnalare infine che durante la riforma toponomastica del 1873-78 fu fatto il tentativo di "semplificare" il nome della via con via del Castello, ma fortunatamente la riforma si concluse mantenendo l'antico nome via Porta di Castello.

link al sito Origine di Bologna

Leggi tutto

Luoghi

Eventi

Opere

Bibliografia
Cose notabili della città di Bologna ossia Storia cronologica de' suoi stabili sacri, pubblici e privati
Guidicini G.
1868 Bologna
Le vie di Bologna
Fanti Mario
2000 Bologna Istituto per la Storia di Bologna
Degli uomini illustri cui sono intitolate le piazze e le vie della citta di Bologna : notizie storiche e cenni biografici
Innocenzo Lipparini
1875 Bologna Società tipografica dei compositori
Nomi delle strade, vie, borghi, et vicoli, che sono nella citta di Bologna
Giovanni Niccolò Pasquali Alidosi
1624 Bologna
Nomi et cognomi di tutte le strade, contrade et borghi di Bologna
Giovanni Zanti
1583 Bologna Rist. anast Bologna : Grafis
Origine di Bologna (www.originebologna.com)
Carlo Pelagalli
2015 Bologna Sito web
Origine di Bologna. Mappa di Bologna
Costantino Aretusi
1636 Bologna
Apri mappa