Gheduzzi Ugo

Gheduzzi Ugo

5 Marzo 1853 - 8 Novembre 1925

Note sintetiche

Scheda

Ugo Gheduzzi nasce a Crespellano (BO) il 05 marzo 1853. Di estrazione borghese, si dedica fin da giovanissimo agli studi artistici all’Accademia di Bologna, affascinato dall'attività di pittore e decoratore del nonno materno Gaetano Lodi di Crevalcore. A soli dodici anni entra come aiuto nel laboratorio di scenografia annesso al teatro Comunale di Bologna, per poi proseguire la sua carriera a Torino dove, in collaborazione con Augusto Ferri, realizza le scene del Teatro Regio. Nel 1900 si trasferisce definitivamente a Torino dove svolgono la loro attività di pittori anche i figli Cesare, Giuseppe, Augusto e Mario. Ugo Gheduzzi si dedica contemporaneamente alla pittura di paesaggio e a quella di genere, descrivendo scene d'interni con particolare finezza, sensibilità e acuto senso del dettaglio. L'adesione entusiasta alla scuola piemontese, detta “di Rivara”, gli permette di compiere un salto qualitativo importante: dipingendo “en plein air” giunge a un'essenzialità di tratto particolare, che si può apprezzare pienamente nella seconda fase della sua produzione pittorica. Espone in Italia e all'estero, conseguendo un certo successo e ottenendo premi in varie occasioni. Alcune sue opere sono acquistate dalla Real Casa per il palazzo Reale di Torino e per le residenze di Racconigi e di Agliè. Muore l’8 novembre 1925 a Torino.

Così viene segnalato da Angelo De Gubernatis in 'Dizionario degli artisti italiani viventi', ed Gonnelli, 1906: pittore emiliano, nato a Crespellano, presso Bologna, tratta il quadro di genere, ma più il paese. A Torino, nel 1880, aveva un quadro dal titolo: Sulla strada di Monteveglio; a Roma, nel 1883, un bel dipinto rappresentante alcuni Dintorni di Belluno e a Torino, nel 1884, un buon quadro per colorito e disegno, dal titolo: Sul finire d'estate.

In collaborazione con Galleria Artifigurative Crespellano

Leggi tutto

Eventi

Luoghi

Persone