"Vita Nova", mensile dell'Università fascista

15 Marzo 1925

Scheda

Esce il periodico mensile "Vita Nova", diretto da Giuseppe Saitta, allievo di Giuseppe Gentile. E' espressione di un gruppo di intellettuali fascisti, soprattutto ex liberali. Pubblica inoltre gli atti della Università fascista bolognese, fondata all'inizio dell'anno da Leandro Arpinati sul modello delle vecchie università popolari. La rivista e l'Università hanno sede presso la Casa del Fascio di Palazzo Fava. Il quindicinale aveva un ambizioso programma di rinascita culturale dell'Italia fascista ma non riuscì a sopravvivere quando l'Arpinati cadde in disgrazia. La rivista, estremamente battagliera, ebbe una notevole influenza e contribuì a creare quella 'sinistra' gentiliana accusata di crocianesimo. Il periodico venne pubblicato dal 15 marzo 1925 all'11 novembre 1933.

cronologia sala borsa

Leggi tutto

Persone

Altro

Luoghi

Documenti