Serenari Renato

Serenari Renato detto Formica

24 giugno 1924 - 15 dicembre 1944

Note sintetiche

Causa della morte: Esecuzione
Occupazione: Mezzadro

Riconoscimenti

  • Partigiana/o ( 5 marzo 1944 - 15 dicembre 1944)

Scheda

Renato Serenari, «Formica», da Callisto e Alfonsina Degli Esposti; nato il 24 giugno 1924 a Casalecchio di Reno. Nel 1943 residente a Castel Maggiore. Mezzadro.
Iscritto al PCI.
Subito dopo l'inizio della lotta di liberazione la sua casa colonica venne trasformata in una base della 7ª brigata GAP Gianni Garibaldi, nella quale fu sistemata anche una tipografia clandestina.
All'inizio del 1944 si recò nel Bellunese e militò nel distaccamento Fergnani della brigata Nannetti. Rientrato a Bologna nell'aprile, entrò a far parte della 7ª brigata GAP Gianni Garibaldi con funzione di vice commissario politico e poi di capo di SM. Operò in città per tutta l'estate e nell'autunno il suo gruppo si trasferì nella Valle dei Bocchi a Castel Maggiore.
A seguito di una delazione, il 15 dicembre 1944 fu catturato con altri partigiani e ucciso con un colpo alla nuca in località Sant' Anna (Castel Maggiore). Lo zio Marino morì durante il soggiorno al confino.
Riconosciuto partigiano dal 5 marzo 1944 al 15 dicembre 1944. [O]

Note

E' ricordato nel Sacrario di Piazza Nettuno.

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Persone

Bibliografia
Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919- 1945)
Albertazzi A., Arbizzani L., Onofri N.S.
1985 Bologna ISB