Baldi Libero

Baldi Libero

9 luglio 1914 - 20 settembre 1944

Note sintetiche

Causa della morte: In combattimento
Occupazione: Calzolaio

Riconoscimenti

  • Partigiana/o ( 1 ottobre 1943 - 20 settembre 1944)

Scheda

Libero Baldi, da Alessandro e Adalcisa Andrioli; nato il 9 luglio 1914 a Bentivoglio. Nel 1943 residente a Bologna. Calzolaio.
L'11 gennaio 1935 fu arrestato con altri militanti antifascisti. Il 30 gennaio venne classificato comunista, diffidato e liberato.
Il 17 gennaio 1943 nella sua pratica fu annotato: "non ha dato finoggi prove di ravvedimento. Viene vigilato".

Militò nella 62a brigata Camicie rosse Garibaldi con funzioni di commissario politico. Partecipò alla prima azione gappista a Bologna la sera del 4 novembre 1943 assieme a Libero Romagnoli e Vittorio Gombi, contro un gruppo di tedeschi radunati all'entrata del ristorante Fagiano, in via Calcavinazzi.
Cadde in combattimento il 20 settembre 1944 a Ca' di Lavacchio (Monterenzio) in un'imboscata tesa dai tedeschi,unitamente ad Angelo Cevenini.
Riconosciuto partigiano dall'ottobre 1943 al 20 settembre 1944.

Note

E' sepolto nel Monumento Ossario ai Caduti Partigiani della  Certosa di Bologna ed è ricordato nel Sacrario di Piazza Nettuno.

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Eventi

Luoghi

Persone

Multimedia
Attentato al Ristorante Fagiano
Attentato al Ristorante Fagiano

intervista a Vittorio Gombi rilasciata il 13 marzo 2008 sull'attentato al Ristorante Fagiano

Bibliografia
Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919- 1945)
Albertazzi A., Arbizzani L., Onofri N.S.
1985 Bologna ISB