Azzaroni Gino (Biagio)

Azzaroni Gino (Biagio)

27 marzo 1928 - 19 aprile 1945

Note sintetiche

Titolo di studio: Licenza elementare
Causa della morte: Esecuzione
Occupazione: Operaio/a

Riconoscimenti

  • Partigiana/o ( 8 febbraio 1944 - 19 aprile 1945)

Scheda

Biagio Azzaroni, da Ernesto e Francesca Pagani; nato il 27 marzo 1928 a Ferrara. Operaio meccanico. Nel 1943 residente a Bologna. Licenza elementare. Militò nella 36a brigata Bianconcini Garibaldi. Arrestato dalle brigate nere l'1 gennaio 1945 a Imola, il 3 marzo 1945 fu tradotto a Bologna. Torturato, venne fucilato nei pressi di Porta Maggiore a Bologna il 19 aprile 1945. Riconosciuto partigiano dall'8 febbraio 1944 al 19 aprile 1945.

E' sepolto nel Monumento Ossario ai Caduti Partigiani della  Certosa di Bologna ed è ricordato nel Sacrario di Piazza Nettuno.

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Luoghi

Bibliografia
Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919- 1945)
Albertazzi A., Arbizzani L., Onofri N.S.
1985 Bologna ISB