Pinardi Bruno

Pinardi Bruno detto/a Camoscio

21 marzo 1921 - 13 dicembre 1944

Note sintetiche

Titolo di studio: Licenza elementare
Causa della morte: Esecuzione
Occupazione: Operaio/a

Scheda

Bruno Pinardi, «Camoscio», da Agostino ed Enrica Zaniboni; nato il 21 marzo 1921 a Granarolo Emilia. Nel 1943 residente a Bologna. Licenza elementare. Operaio meccanico.
Prestò servizio militare nei carristi a Parma e a Civitavecchia (Roma), dall'll febbraio 1942 all'8 settembre 1943 con il grado di sergente.

Militò nella 1ª brigata Irma Bandiera Garibaldi con funzione di commissario politico di plotone e operò a Corticella (Bologna). La sera del 13 dicembre 1944 fu arrestato dalle brigate nere con il fratello Vanes e numerosi partigiani che operavano nella zona di Corticella.
Erano stati traditi da un ex partigiano passato ai fascisti. Venne immediatemente fucilato con il fratello. Il loro nome fu dato al 4° battaglione della 1ª brigata Irma Bandiera Garibaldi che operava nella zona di Bolognina-Corticella. Riconosciuto partigiano dall'1 marzo 1944 al 13 dicembre 1944. Una strada di Bologna è stata intitolata al loro nome. [O]

E' sepolto nel Monumento Ossario ai Caduti Partigiani della  Certosa di Bologna ed è ricordato nel Sacrario di Piazza Nettuno.

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Eventi

Luoghi

Persone

Documenti
Bibliografia
Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919- 1945)
Albertazzi A., Arbizzani L., Onofri N.S.
1985 Bologna ISB