Marchesini Marco

Marchesini Marco

Note sintetiche

Scheda

Marco Marchesini è nato a Bologna il 22 agosto 1942. Culturalmente si è formato nell’ambito del Liceo Artistico e dell’Accademia di Belle Arti di Bologna, concludendo nel 1966 il corso di scultura; docente Umberto Mastroianni. Successivamente dal 1968/89 ha insegnato Figura e Ornato Modellato presso il Liceo Artistico Statale di Bologna. E’ stato membro della Commissione Aggiunta Monumentale del Comune di Bologna dal 1984 al 1990. Dal 1994 al 1998 è stato docente di modellazione nei corsi di qualifica professionale dell’Associazione Scuola di Scultura Applicata di Bologna (ASSA); associazione fondata dagli scultori Bruno Bandoli e Paolo Gualandi. Nell’ambito della stessa scuola di scultura partecipò al progetto promosso dal prof. Paolo Gualandi e dalla Dott.ssa Loretta Secchi per l’educazione artistica di non vedenti e ipovedenti, attivato, in collaborazione con la Clinica di Ottica Fisiopatologica dell’Università di Bologna, presso l’Istituto dei Ciechi F. Cavazza di Bologna, progetto che, sviluppando la ricerca sulla restituzione in bassorilievo di opere pittoriche, ha portato alla costituzione presso l’Istituto Cavazza del Museo Tattile di Pittura Antica e Moderna “ANTEROS”. Da ricordare inoltre, negli stessi anni, l’attività prestata nel Laboratorio di Modellazione Terapeutica e Riabilitativa attivato dall’ASSA nel Centro Protesi INAIL di Vigorso di Budrio (Bologna), in collaborazione con la Cattedra di Pedagogia Speciale del Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Bologna.

Nel cimitero monumentale della Certosa di Bologna è autore di diverse opere, tra cui si segnalano: Cripta Schiavina – Porta di bronzo (Campo degli Ospedali n°XLVIII), 1972; Cappella Vacchi Verati – Porta di bronzo (Recinto 10, n°XX), 1978; Monumento in Memoria dei Caduti dell’Aeronautica – bronzo, 1983; Edicola Lazzari Scandellari – Porta di bronzo (Campo degli Ospedali, n°LVI), 1984; Tomba Setti – “San Francesco” bronzo (Campo ex Fanciulli, n°8), 1990; Tomba Barelli – Angelo di bronzo (Campo ex Fanciulli n°55), 1991. Nella Cattedrale Metropolitana di San Pietro esegue nella cappella di San Carlo Borromeo la tomba dell’Arcivescovo Enrico Manfredini (altorilievo di bronzo, 1985) e la tomba del Cardinale Arcivescovo Antonio Poma (altorilievo di bronzo, 1987).

Attirato e coinvolto dalle molteplicità espressive insite nella scultura, Marchesini ne ha percorso sia le possibilità narrative e naturalistiche che quelle più concettuali di sintesi formale, affiancando la ricerca personale ad una ininterrotta attività professionale, iniziata nel 1962, quando, lavorando direttamente in cantiere, realizzò in corso d’opera le sculture della chiesa di San Severino, chiesa voluta e progettata dal parroco ingegnere Don Giancarlo Cevenini. E' apprezzato autore di medaglie e targhe commemorative che realizza a partire dagli anni '70 del XX secolo.

In collaborazione con www.marchesiniscultore.it 

Leggi tutto

Opere

Eventi

Luoghi

Persone