Goito

Goito

Via Goito

Scheda

Da via dell'Indipendenza a via Guglielmo Oberdan.
Prima documentazione dell'odonimo: 1874.

La via è dedicata a Góito, un comune in provincia di Mantova, che fu teatro di due memorabili battaglie durante la Prima guerra d'Indipendenza. L'8 aprile 1848 le truppe piemontesi sconfissero le armate austriache obbligandole a riattraversare il Mincio, mentre il 30 maggio 1848 lo stesso esercito piemontese riuscì a fronteggiare l'attacco delle truppe austriache del generale Radetzky, costringendole a ripiegare su Mantova.

Con la riforma toponomastica del 1873-78 via de' Monari fu spezzata in due: da via dell'Indipendenza a via Galliera rimase via de' Monari, mentre l'altro tratto, da via dell'Indipendenza a via Guglielmo Oberdan venne ribattezzato via Goito, per ricordare la battaglia del 1848 della prima guerra di Indipendenza.

La nostra via però fu conosciuta anche con altri nomi che mai vennero usati per l'altro tratto, quello che ora è l'attuale via de' Monari.
Venne conosciuta come via dei Bucchi e via Vistosa de' Bucchi all’inizio del XVII secolo. Al numero 16 di via Goito esiste ancora il palazzo della famiglia Bucchi o Bocchi che diede il nome alla via.
Fu anche conosciuta come via dei Pini, dalla famiglia Pini la cui casa era all'attuale numero 13 di via Goito.
Per il resto fu sempre chiamata via Monari (o de' Monari) ed fu un tutt'uno (fino al 1874) con l'attuale via de' Monari, alla cui scheda si rimanda per le note odonomastiche.

link al sito Origine di Bologna

Leggi tutto

Luoghi

Eventi

Opere

Documenti
Antico ghetto ebraico (L')
Tipo: PDF Dimensione: 662.54 Kb

L’antico ghetto ebraico di Bologna, in pieno centro medievale, mostra ancora oggi la sua struttura originaria: un dedalo di viuzze e passaggi sospesi, ponti coperti e piccole finestre raccontano la storia di un’intera comunità.

Bologna magica
Tipo: PDF Dimensione: 3.82 Mb

Il lato più misterioso di Bologna si svela nelle sue vie attraverso storie segrete di alchimisti, astrologi, streghe ed eretici depositari di un’antica cultura dimenticata.

Bibliografia
Cose notabili della città di Bologna ossia Storia cronologica de' suoi stabili sacri, pubblici e privati
Guidicini G.
1868 Bologna
Le vie di Bologna
Fanti Mario
2000 Bologna Istituto per la Storia di Bologna
Nomi et cognomi di tutte le strade, contrade et borghi di Bologna
Giovanni Zanti
1583 Bologna Rist. anast Bologna : Grafis
Origine delle Porte, Strade, Borghi Contrade, Vie, Viazzoli, Piazzole, Salicate, Piazze, e Trebbi dell'Illustrissima Città di Bologna con i loro Nomi, Pronomi, e Cognomi
Camillo Scaligeri della Fratta (pseudonimo di Adriano Banchieri)
1635 Bologna Clemente Ferroni
Origine di Bologna (www.originebologna.com)
Carlo Pelagalli
2015 Bologna Sito web
Origine di Bologna. Mappa di Bologna
Costantino Aretusi
1636 Bologna
Apri mappa