Castellaccio

Castellaccio

Via Castellaccio

Scheda

Da via Azzo Gardino, all'altezza di Largo Caduti del Lavoro, ritorna in via Azzo Gardino.
Prima documentazione dell'odonimo: 1830 circa (Castellazzo).

Oggi via Castellaccio comprende due tratti di strada. Uno da est a ovest che in passato era parte dell’antico Borgo Rondone (oggi via del Rondone). L'altro da sud a nord era propriamente la via detta Castellazzo.
Con la riforma nel 1873/78 il Castellazzo divenne via Castellaccio e all'inizio del XX secolo comprese il tratto orientale dell'antico Borgo Rondone.
Castellazzo è odonimo recente, nominato per la prima all’inizio del XIX secolo.
Nei secoli XVII e XVIII la via era chiamata Rebecca, nome derivato da un ancor più antico Durbecco, documentato nei secoli XIII e XIV.
Non è nota l’origine dell’odonimo Durbecco, per quanto diffuso nella toponomastica medievale emiliana e romagnola.

Castellazzo era il nome con cui erano conosciuti l'area e/o gli edifici circondati dal muro dell'ex convento delle Monache Minori Osservanti, dette Cappuccine. Le monache furono allontanate dal convento durante il periodo napoleonico, ed il convento venduto ad Antonio Aldini nel 1813. La chiesa del convento, affacciata su via delle Lame, inizialmente dedicata a Santa Chiara, venne trasformata in parrocchia nel 1808 assumendo il titolo dei santi Giacomo e Filippo, ed è tuttora esistente.


Il muro dello scomparso convento confinava il lato occidentale di via Castellaccio da via Azzo Gardino a via del Rondone.

link al sito Origine di Bologna

Leggi tutto

Luoghi

Persone

Bibliografia
Cose notabili della città di Bologna ossia Storia cronologica de' suoi stabili sacri, pubblici e privati
Guidicini G.
1868 Bologna
Le vie di Bologna
Fanti Mario
2000 Bologna Istituto per la Storia di Bologna
Indicatore bolognese riferibile a ciascun edifizio componente la città : compilazione a vantaggio de' forestieri e a comodo di qualunque persona
Sebastiano Gaetano Giovannini
1854 Bologna
Nomi delle strade, vie, borghi, et vicoli, che sono nella citta di Bologna
Giovanni Niccolò Pasquali Alidosi
1624 Bologna
Origine di Bologna (www.originebologna.com)
Carlo Pelagalli
2015 Bologna Sito web
Origine di Bologna. Mappa di Bologna
Costantino Aretusi
1636 Bologna
Origine di tutte le strade, sotterranei e luoghi riguardevoli della citta di Bologna
Ciro Lasarolla [i.e. Carlo Salaroli]
1743 Bologna
Apri mappa