La Rocca Dante detto Livio

19 febbraio 1910 - [?]

Note sintetiche

Occupazione: Funzionario

Riconoscimenti

  • Partigiana/o ( 8 settembre 1943 - 25 aprile 1945)

Scheda

Dante La Rocca, «Livio», da Sebastiano e Clotilde Caggiano; nato il 19 febbraio 1910 a Marigliano (NA). Nel 1943 residente a Bologna. Funzionario di prefettura.
Arrestato a Bologna il 29 febbraio 1944 fu deferito al Tribunale speciale per partecipazione ad associazione sovversiva e per propaganda antinazionale. Venne recluso nel carcere di Parma fino al giorno dell'evasione avvenuta il 15 giugno 1944.
Datosi alla macchia, il 14 gennaio 1945 entrò a far parte di una formazione partigiana. L'11 marzo 1945 fu inviato in montagna e il 14 marzo 1945 mentre si accingeva con altri compagni a raggiungere il comando generale di Farneta (Montefiorino - MO) per attraversare il fronte, fu catturato da un reparto tedesco che stava effettuando un rastrellamento nei pressi di Frignano sulla Secchia (MO).
La sera del 17 marzo 1945 riuscì a fuggire nella zona di San Vito e si recò a Spilamberto (MO). Qui rimase fino alla Liberazione a disposizione del comando della div Modena. Fu attivo anche in altre formazioni.
Riconosciuto partigiano dall'8 settembre 1943 al 25 aprile 1945. [A]

Leggi tutto

Ha fatto parte di