La Guerra in Adriatico: l'affondamento del piroscafo Verona

La Guerra in Adriatico: l'affondamento del piroscafo Verona

Scheda

Il piroscafo Verona fu costruito nei cantieri navali Workman, Clark & Co. Ltd di Belfast nel 1908, e fu poi iscritto nei registri della Navigazione Generale Italiana di Genova. L'11 maggio 1918 la nave si trovava nel porto di Messina da dove prese il largo diretta a Tripoli con oltre 3.000 uomini a bordo, tra soldati e marinai. Il piroscafo giunse nelle acque territoriali di Reggio Calabria attorno alle 13 del pomeriggio: Qui stava in agguato il sommergibile tedesco UC – 52. Per il piroscafo Verona non ci fu scampo e colò a picco in meno di mezz'ora. Un migliaio di soldati morirono nell'affondamento, circa 2.000 furono salvati da navi italiane accorse e sbarcati nel porto di Reggio Calabria; 150 cadaveri vennero recuperati e sepolti nel cimitero di Reggio Calabria.

L' U-boot 52 era un sommergibile tedesco varato nel marzo 1917, comandato nel maggio 1918 dal tenente di vascello Hellmuth von Doemming che al suo attivo poteva contare l'affondamento di 13 navi nemiche. L' UC-52 si arrese alla marina alleata a fine guerra.

Paolo Antolini

Sitografia: uboat.net/wwi/boats/index.html?boat=UC+52;www.messinaierieoggi.it/index.php?ption=com_content&view=article&id=16/6:1917-sommergibili-tedeschi-nello stretto-di-messina>

Leggi tutto

Organizzazioni

Persone

Dispersi

Altro