La Ferrovia Porrettana

La Ferrovia Porrettana

1864 | oggi

Scheda

La Ferrovia Porrettana, o ferrata transappenninica, venne inaugurata da Vittorio Emanuele II il 3 novembre 1864, per collegare la Toscana all'Emilia Romagna, partendo da Pistoia ed arrivare, dopo 99 km, fino a Bologna. Il suo percorso, caratterizzato da 47 gallerie e 35 ponti, fu impresa ingegneristica di portata internazionale, la cui direzione, inizialmente affidata ad una compagnia inglese, passò al francese Jean Louis Protche, il cui ricordo Porretta volle conservare dedicandogli una piazza ed ebbe l'onore della cittadinanza bolognese. Fino all'apertura della Direttissima Prato-Bologna, nel 1934, la Porrettana rappresentò l’arteria principale del traffico nazionale tra il Nord e il Centro Sud, unica strada ferrata a scavalcare gli Appennini. Distrutta per lunghi tratti durante la Seconda Guerra Mondiale, venne riaperta nel 1949 e rappresenta oggi la linea di collegamento tra le comunità montane dell’Appennino.

In collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna.

Leggi tutto

Persone

Altro

Luoghi

Eventi

Multimedia
L'economia bolognese dall'unità alla grande crisi agraria - 1859 | 1880
L'economia bolognese dall'unità alla grande crisi agraria - 1859 | 1880

Intervista ad Alberto Preti. A cura del Comitato di Bologna dell'istituto per la storia del Risorgimento italiano. Con il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. www.vedio.bo.it

Bologna post unitaria
Bologna post unitaria

Quadro socio politico della Bologna post unitaria nel periodo 1859-1900. Intervista ad Alberto Preti. A cura del Comitato di Bologna dell'istituto per la storia del Risorgimento italiano. Con il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. www.vedio.bo.it

Apri mappa