Della Rovere Giovanni (Gaetano)

Della Rovere Giovanni (Gaetano)

[?] - 1478

Note sintetiche

Scheda

ARMA: D'azzurro alla rovere sradicata di nero con i rami passati in doppia croce di S. Andrea
Lo scudo è cimato da una croce trilobata d’oro e sormontato da un cappello cardinalizio con cordoni e fiocchi laterali.
Il cartiglio sottostante dice: IO GALEATIVS DE RVVE·/RE· EP. CONSTANT· LOC· / 1484· (Giovanni Gaetano della Rovere Vescovo di Coutances. Luogotenente 1484).

I della Rovere erano originari di Albissola presso Savona in Liguria. Il capostipite, certo Leonardo, venne in Savona nel 1399 ove esercitava l’arte di accimatore di panni ma fece presto fortuna e nel 1413 era tra gli anziani della città. Da lui nacquero Raffaele, e Francesco, quest’ultimo divenne Papa con il nome di Sisto IV. Francesco, una volta divenuto Papa, adottò l’arma della nobile famiglia piemontese dei della Rovere conti di Vinovo: D’azzurro alla quercia sradicata e fruttifera d’oro con i rami passati in doppia croce di S. Andrea invece che D’azzurro alla quercia di verde che era l’arma della famiglia. Tuttavia in alcuni documenti si può alle volte trovare la quercia di verde fruttata d’oro così come negli statuti di Perugia conservati nella biblioteca di quella città.

Giovanni (Gaetano) o Galeazzo Grosso della Rovere era figlio di Maria Basso della Rovere, nipote per parte di madre di Sisto IV e di Antonio Grosso.
Egli era terzo di sei fratelli maschi di cui i primi due furono cardinali: Clemente e Leonardo e gli altri tre vescovi.
Nacque in Savona ma non si conosce la data della sua nascita, nel 1477 divenne Vescovo di Coutances al posto del Cardinal Giuliano della Rovere e l’anno successivo Vescovo di Agen.
Durante la legazione del suo prozio Giuliano della Rovere a Bologna, ne divenne vicelegato e, al termine dell’incarico, ritornò alla sua diocesi di Agen.
Morì nel 1478.

Leggi tutto

Persone

SALA URBANA
Lo stemma araldico è presente in Sala Urbana:
» Visita Sala Urbana, parete Ovest