Grembiule da Gran Maestro della Massoneria

Grembiule da Gran Maestro della Massoneria

inizio XIX sec.

Scheda

Il grembiule venne acquistato nel 1912 dall’avv. Camillo Appiotti di Bologna, che lo propose al Museo unitamente ai due collari massonici a tutt’oggi esposti insieme ad esso. Secondo il venditore, gli oggetti gli giunsero per eredità da un parente, che li aveva avuti «da un frate del convento di Assisi, quale segno di gratitudine per i servizi prestatigli in una malattia. E unica cosa di tali oggetti disse, che cioè erano appartenuti ad un carbonaro Giovanni Barachére. Questo è quanto si può sapere». Il grembiule da maestro in seta bianca, con bordo di seta celeste reca ricamati molti dei simboli fondamentali della Massoneria: il sole, la luna, la clessidra, la livella, le api, il favo, le colonne tortili del tempio di Salomone recanti nello zoccolo le lettere J e B, gli attrezzi dell’arte muratoria, la stella fiammeggiante a cinque punte, il tutto su una base di dadi, rappresentante il pavimento a scacchiera della loggia massonica. In alto campeggia la scritta «virtus». La Massoneria entrò prepotentemente sulla scena italiana in contemporanea all’arrivo dei primi contingenti dell’armata francese: moltissimi ufficiali ne facevano parte, e ne introdussero la conoscenza e i riti tra i patrioti italiani, inaugurando una tradizione che attraverserà tutto l’Ottocento e il moto risorgimentale italiano: rivoluzionari, democratici, liberali, aderirono in massa alle logge massoniche ottocentesche.

Grembiule da Gran Maestro della Massoneria. Inizio XIX sec. Seta ricamata cm 29,5 x 32. Museo civico del Risorgimento di Bologna, inv. n. 2539

Mirtide Gavelli

Bibliografia: MRBo, Atti 1912, Acquisti, n. 75; MRBo, Inventario della suppellettile esposta, 1904-1930 ca., mss., vol. 2,
p. 44.

Leggi tutto

Organizzazioni

Eventi

Luoghi

Opere

Multimedia
Documentario | Bologna nel Lungo Ottocento (1794 - 1914)
Documentario | Bologna nel Lungo Ottocento (1794 - 1914)

Documentario - Bologna nel lungo Ottocento (1794 - 1914), 2008. La città felsinea dall'età napoleonica allo scoppio della Grande Guerra.

Bologna nei primi anni di governo Napoleonico
Bologna nei primi anni di governo Napoleonico

1796 | 1802 - Bologna nei primi anni di governo Napoleonico. Intervista ad Otello Sangiorgi e Angelo Varni. A cura del Comitato di Bologna dell'istituto per la storia del Risorgimento italiano. Con il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. www.vedio.bo.it

www.vedio.bo.it#sthash.V0NR1vdM.dpuf
Ragioni delle insorgenze antinapoleoniche
Ragioni delle insorgenze antinapoleoniche

Le ragioni delle insorgenze antinapoleoniche nel Bolognese. Intervista ad Otello Sangiorgi e Angelo Varni. A cura del Comitato di Bologna dell'istituto per la storia del Risorgimento italiano. Con il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. www.vedio.bo.it

Documenti
Museo civico del Risorgimento (Il)
Tipo: PDF Dimensione: 4.86 Mb

Fulvio Cantoni; Il Museo civico del Risorgimento dal 1904 a tutto il 1914, relazione del direttore Fulvio Cantoni al sig. assessore per la Pubblica Istruzione; Bologna, Cooperativa Tipografica Mareggiani, 1916

Tracce di Francia
Tipo: PDF Dimensione: 885.96 Kb

I legami tra la Francia e Bologna sono molteplici e diverse sono le tracce rimaste in città.

Apri mappa