Fergnani Innocenzo Tino

Fergnani Innocenzo Tino detto Tino

Note sintetiche

Titolo di studio: Scuola media secondaria
Causa della morte: In combattimento
Occupazione: Dipendente FF.SS.

Riconoscimenti

  • Partigiana/o ( 9 settembre 1943 - 7 gennaio 1944)

Scheda

Innocenzo Fergnani, nome di battaglia "Tino", da Enea ed Erminia Costa; nato il 5 settembre 1915 a Castel Bolognese (RA). Nel 1943 residente a Bologna. Diploma di istituto tecnico industriale. Ferroviere.
Prestò servizio militare a Reggio Emilia in aeronautica dal maggio 1942 all' 8 settembre 1943 con il grado di sergente maggiore.
Entrato nel movimento partigiano clandestino, fece parte del gruppo che tentò di costituire una base partigiana a Vidiciatico (Lizzano in Belvedere). Fallito il tentativo per difficoltà di collegamenti con la città, andò nel modenese. Fu uno dei primi bolognesi a trasferirsi nella valle del Vajont dove militò nella brigata Buscarin della divisione Belluno. Cadde a Forno di Zoldo (BL) il 7 gennaio 1944.
Al suo nome - ritenuto nel febbraio 1944 "Tino Ferdiani" - fu intestato il primo distaccamento partigiano del luogo.
Riconosciuto partigiano dal 9 settembre 1943 al 7 gennaio 1944.
Nel parco della piazza Piloni a Belluno il suo nome figura in una lapide, con quelli di sedici partigiani bolognesi e due ravennati, caduti nel Veneto. [Luigi Arbizzani]

Note

E' sepolto nel Monumento Ossario ai Caduti Partigiani della  Certosa di Bologna ed è ricordato nel Sacrario di Piazza Nettuno.

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Luoghi

Bibliografia
Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919- 1945)
Albertazzi A., Arbizzani L., Onofri N.S.
1985 Bologna ISB