Barattini Giovanni

6 Settembre 1893 - 2 gennaio 1916

Note sintetiche

Causa della morte: Per ferite
Occupazione: Colono

Scheda

Barattini Giovanni, di Ettore, soldato di Fanteria, nato a Baricella nel 1893, dimorante a Baricella (San Gabriele), morto per infezione in seguito a ferita a Baricella il 2 gennaio 1916. Colono. Celibe.
Soldato del 139° reggimento fanteria, assieme al 140°, formano la brigata Bari.

Note

Il 21 giugno 1915 la brigata entra in linea attorno a Gradisca, sul Carso, dopo varie azioni di preparazione, i due reggimenti partecipano all'attacco contro il San Michele nei giorni dal 22 al 26 luglio, ottenendo modesti risultati contro le difese austriache del Bosco Cappuccio. 
Nell'azione sono messi fuori combattimento circa 1600 uomini e la brigata viene inviata a riposo per riordinarsi, rimanendovi sino ad ottobre. il 21 ottobre è di nuovo in linea sulla fronte di San Martino, e sino al 25 opera tentativi per sfondare le difese austriache, perdendo altri 1061 uomini tra morti, feriti e dispersi per questo motivo viene inviata nuovamente a riposo, sino al 2 novembre, quando sostituisce in linea la br. Caltanisetta nelle posizioni del Bosco Lancia. 
La Relazione Ufficiale Italiana riporta: " 21 ottobre 1915. La 28° divisione occupava la fronte fra la falda sottostante la quota 197 e la quota 164 est di Castelnuovo. Aveva la Catanzaro a sinistra e la Bari a destra. Era intendimento del Comandante del XIV° corpo, raggiungere il vallone dietro San Martino con due spinte frontali e due conversioni ad U laterali. Il tiro dell'artiglieria iniziò alle ore 12 del 18 ottobre e terminò alle 10 del 21, quando le fanterie attaccarono. La Bari avanzava da sud, con il 140° contro quota 174 ed il 139° contro q. 151, coadiuvato dai fanti della Catanzaro. L'azione si svolse decisa ed i battaglioni superarono alcuni tratti di difese nemiche senza curarsi delle perdite . Ma dovettero arrestarsi davanti ad una trincea blindata scavata nella viva roccia, fino ad allora ignorata, irta di mitragliatrici e protetta da triplice filo spinato. Alle ore 17 l'ostacolo non era stato ancora superato, così che si dovette sostare sulle posizioni raggiunte. 
Alle 9,30' del 22 ottobre, l'attacco riprese e due compagnie del 139° riuscirono a penetrare nella trincea, ma stretti dal nemico e battuti dall'artiglieria avversaria, nel pomeriggio si ritirarono alle posizioni di partenza." il 4 novembre, dopo una efficace preparazione d'artiglieria, il 139° conquista le posizioni antistanti San Martino, consolidandosi il 5 sul terreno occupato. La brigata, che ha perso altri 1523 uomini, scende a riposo presso San Vito al Torre, sostituita dalla br. Regina. Barattini Giovanni ferito in quei giorni di lotta cruenta, viene inviato in convalescenza a Baricella, dove muore per setticemia il 2 gennaio 1916, aveva 23 anni . 
(Paolo Antolini)

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Luoghi