Badiali Luigia Maria

11 maggio 1910 - [?]

Note sintetiche

Titolo di studio: Licenza elementare
Occupazione: Operaio/a

Riconoscimenti

  • Partigiana/o ( 1 gennaio 1944 - 21 aprile 1945)

Scheda

Luigia Maria Badiali, da Bartolomeo ed Elvira Scanavini; nata l’11 maggio 1910 a Medicina. Nel 1943 residente a Bologna. Licenza elementare. Operaia alla BB. Il fratello Sandro la sollecitò ad entrare nella clandestinità con funzioni di staffetta fra il centro bolognese del PCI e le basi partigiane. Fu particolarmente a contatto con Umberto Ghini e fece capo inizialmente alla base di via del Piombo.
La sua attività fu individuata dalle spie della questura bolognese e per motivi di sicurezza fu inviata a continuare l'attività in Romagna e nell'alta Emilia.
Nell'agosto fu catturata insieme alla partigiana Julka Deskovic in una base partigiana sita in Vicolo Santa Maria a Parma. Reclusa nel carcere di San Francesco per 15 giorni, fu sottoposta a lunghi interrogatori e ad atroci torture. Venne inviata a Verona per sottostare ad un processo: il Tribunale la condannò a 30 anni di lavoro forzato.
Fu trasferita nel campo di Gries presso Bolzano e di qui internata a Ravensbrück (Germania). A metà febbraio 1945 fu costretta ad iniziare una lunga marcia forzata verso Praga. Con l'arrivo delle truppe sovietiche fu ricoverata a Mauthausen dove rimase fino al luglio 1945.
Riconosciuta partigiana nella 7a brigata GAP Gianni Garibaldi dell'1 gennaio 1944 alla Liberazione. Testimonianza inRB5. [B]

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Luoghi

 Lager

Lager

Campi di detenzione, lavoro forzato e sterminio
Deportato e sopravvissuto