Zappoli Giorgio

12 dicembre 1919 - [?]

Note sintetiche

Titolo di studio: Licenza scuola media inferiore
Occupazione: Tipografo

Riconoscimenti

  • Partigiana/o (15 febbraio 1944 - 21 aprile 1945)

Scheda

Giorgio Zappoli, da Armando e Maria Degli Esposti; nato il 12 dicembre 1919 a Bologna; ivi residente nel 1943. Licenza media. Tipografo.
Iscritto al PdA.
Prestò servizio militare presso il distretto di Bologna sino all'8 settembre 1943.
Dopo l'armistizio si arruolò nella CRI per avere una copertura legale e potersi dedicare al lavoro di stampa dei volantini e dei giornali clandestini del PdA e del PSI.
Nella cantina dello stabile di via d'Azeglio 58 era stata organizzata una tipografia - con una vecchia pedalina e poche cassette di caratteri di piombo - dove, nel marzo 1944, compose a mano e stampò il giornale del PdA "Orizzonti di libertà" e i volantini di questo partito. La cantina era di Mario Jacchia.
Contemporaneamente, su richiesta di Fernando Baroncini, lavorò nella tipografia clandestina del PSI, in via Mazzini 23, dove operavano Gino Giuliani e Amedeo Barbieri.
Nell'estate 1944, per iniziativa di Pietro Crocioni, il PdA acquistò una linotype che fu sistemata prima nella villa della famiglia Bega in via dell'Osservanza, poi all'interno dello stabilimento Bega. in via Mazzini, infine in un negozio di via San Petronio Vecchio. Con la collaborazione di Gino Onofri e di un tipografo che si chiamava Scattolin riuscì ad organizzare la nuova tipografia.
Nel settembre 1944, prima ancora di cominciare a funzionare, fu scoperta dai fascisti e le macchine asportate. In ottobre, su incarico di Mario Bastia, cercò di organizzare una terza tipografia. Il progetto fu abbandonato dopo la morte di Bastia.
Riconosciuto partigiano nell'8ª brigata Masia GL dal 15 febbraio 1944 alla Liberazione. Testimonianza in RB2. [O]

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Persone