Zanelli Ottavio

26 settembre 1904 - [?]

Note sintetiche

Occupazione: Operaio/a

Riconoscimenti

  • Benemerita/o ( 1 luglio 1944 - 14 aprile 1945)

Scheda

Ottavio Zanelli, detto Felice, da Secondo e Florinda Latta; nato il 26 settembre 1904 a Ravenna. Nel 1943 residente a Imola. Operaio fornaciaio.
Iscritto al PSI e poi al PCI.
Nel 1919 iniziò l'attività politico-sindacale. Fu dirigente della FGSI e fece parte dei Ciclisti rossi.
Prese parte a numerosi scontri con i fascisti e per questo finì in carcere. Nel 1928, con Ezio Serantoni, curò la distribuzione di stampa antifascista e subì una nuova carcerazione.
II 18 novembre 1930 fu arrestato a Imola, con altri 88 militanti antifascisti, perché accusato di «associazione e propaganda sovversiva, detenzione di armi». Deferito al Tribunale speciale, il 22 giugno 1931 venne condannato a 5 anni di reclusione.
Il 14 novembre 1931 gli fu negata la grazia e tornò in libertà il 5 novembre 1932, a seguito della concessione dell'amnistia per il decennale fascista. Fu classificato di «3ª categoria», quella delle persone considerate politicamente più pericolose. I
l 23 novembre 1942 nella sua pratica fu annotato: «non ha dato finoggi prove di ravvedimento. É vigilato».

Durante la lotta di liberazione collaborò a Imola con la brigata SAP Imola. Riconosciuto benemerito dal luglio 1944 al 14 aprile 1945. [AR-O]

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Eventi