Zanasi Cesare

Zanasi Cesare detto/a Cesarino

15 settembre 1923 - 30 agosto 1944

Note sintetiche

Titolo di studio: Licenza elementare
Causa della morte: Esecuzione
Occupazione: Operaio/a

Riconoscimenti

  • Partigiana/o ( 1 novembre 1943 - 30 agosto 1944)

Scheda

Cesare Zanasi, nome di battaglia "Cesarino", da Leandro e Olga Mandini; nato il 15 settembre 1923 a Bentivoglio. Nel 1943 residente a Bologna. Licenza elementare. Operaio meccanico.
Militò nella 7ª brigata GAP Gianni Garibaldi, con funzione di vice comandante di compagnia, ed operò a Bologna.
Arrestato il 25 agosto 1944 a San Giovanni in Persiceto e incarcerato, venne fucilato il 30 agosto 1944 al Poligono di tiro di Bologna assieme ad altri 11 antifascisti e partigiani per una misura di rappresaglia decisa dai fascisti a seguito di atti di giustizia compiuti dai partigiani.
L'annuncio dell'avvenuta fucilazione apparve su "il Resto del Carlino" del 31 agosto 1944.
Riconosciuto partigiano dall'1 novembre 1943 al 30 agosto 1944.[Luigi Arbizzani]

Note

E' sepolto nel Monumento Ossario ai Caduti Partigiani della  Certosa di Bologna ed è ricordato nel Sacrario di Piazza Nettuno.

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Eventi

Luoghi

Persone

Bibliografia
Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919- 1945)
Albertazzi A., Arbizzani L., Onofri N.S.
1985 Bologna ISB