Venturini Livia

Venturini Livia

25 gennaio 1913 - 13 giugno 1944

Note sintetiche

Titolo di studio: Licenza elementare
Causa della morte: Per ferite
Occupazione: Casalinga

Riconoscimenti

  • Partigiana/o ( 1 agosto 1943 - 13 giugno 1944)

Scheda

Livia Venturini, da Aristide e Giovanna Venturini; nata il 25 gennaio 1913 a Massa Lombarda (RA). Nel 1943 residente a Imola. Licenza elementare. Casalinga. Sull'esempio dei due fratelli maggiori, Amilcare e Gino, aderì al movimento di liberazione nei giorni immediatamente successivi all'occupazione nazista. Svolse l'attività di staffetta nei primi gruppi gappisti imolesi. Durante la manifestazione di protesta organizzata dai GDD ad Imola il 29 aprile 1944, nella piazza antistante il Palazzo comunale, venne ferita da arma da fuoco alla colonna vertebrale, a seguito della sparatoria ad altezza d'uomo aperta dai fascisti, che provocò la morte immediata di Maria Zanotti, detta Rosa. Ricoverata in ospedale, dopo una degenza dolorosissima, morì il 13 giugno 1944. Del suo ferimento diede notizia un volantino del PCI e i volantini del CLN di Imola, del 5 settembre 1944 e del GDD del 29 ottobre 1944. Il marito Livio Poletti cadde nella Resistenza. Riconosciuta partigiana nel battaglione Ruscello della 7ª brigata GAP Gianni Garibaldi, dall'1 ottobre 1943 al 13 giugno 1944. Al suo nome è stata intestata una strada di Imola. [AR]

E' ricordata nel Sacrario di Piazza Nettuno e nel Monumento alle Cadute partigiane a Villa Spada.

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Eventi

Luoghi

Persone

Poletti Livio

Poletti Livio

Brisighella, CĂ  di Costino in localitĂ  Santa Maria in Purocielo (RA), 13 ottobre 1944
Coniuge

Bibliografia
Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919- 1945)
Albertazzi A., Arbizzani L., Onofri N.S.
1985 Bologna ISB