Teatro Eden Kursaal

Teatro Eden Kursaal

Scheda

L'Eden Kursaal era un famoso locale di Bologna situato in via dell'Indipendenza n. 69, all'interno di Palazzo Maccaferri, edificato nel 1899 su progetto di Attilio Muggia lungo il portico della Montagnola.

Il locale, che oggi sarebbe definito "polivalente", fu inaugurato dal sindaco Dallolio. Era composto da una grande sala adibita a caffè concerto al piano terra e da un salone ristorante e da alcune salette per il gioco al piano nobile. Le decorazioni in ferro battuto e le ringhiere dell'interno erano state realizzate in stile Liberty da Sante Mingazzi.

La imponente illuminazione era invece stata curata dalla ditta tedesca Ganz. Il riscaldamento avveniva grazie ai primi termosifoni che furono montati a Bologna. Negli anni della Bella Époque il café-chantant ospitò tutti i più noti protagonisti dello spettacolo leggero fino alla leggendaria Bella Otero. Nel 1902 in quei prestigiosi ambienti si svolse anche la prima Esposizione Campionaria cittadina. Nel 1921 l'Eden venne scelto per rappresentare il Teatro Futurista della Sorpresa.

Nel 1923, purtroppo, la chiusura e la successiva destinazione a sede della Società Elettrica. Solo nel 2007 l'intero complesso fu accuratamente restaurato e vennero riportate alla luce le originali decorazioni. Attualmente ospita l'Hotel "I Portici" con annesso ristorante cui è stato attribuito l'antico nome.

Daniela Schiavina

In collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna

Leggi tutto

Luoghi

Eventi

Organizzazioni

Persone

Multimedia
Bologna dove suona - Girovagando tra luoghi della musica
Bologna dove suona - Girovagando tra luoghi della musica

Documentario di Riccardo Marchesini per Girovagando e Giostra film.

Documenti
Teatro bolognese dialettale (Il)
Tipo: PDF Dimensione: 2.60 Mb

Emilio Roncaglia, Il teatro Bolognese, in Bologna, Album - Storico. Bologna, Stabilimento Tipografico Successori Monti, 1882.

Bologna Città della Musica
Tipo: PDF Dimensione: 458.72 Kb

Bologna vanta una tradizione musicale così ricca da aver meritato la nomina dell’Unesco a Città Creativa della Musica, prestigioso riconoscimento che si fonda sulle eccellenze del passato e sulla ricchezza delle proposte del presente.

Apri mappa