Stefani Walter

Stefani Walter

2 dicembre 1919 - 20 settembre 1944

Note sintetiche

Causa della morte: Esecuzione
Occupazione: Fattorino

Riconoscimenti

  • Partigiana/o ( 1 maggio 1944 - 20 settembre 1944)

Scheda

Walter Stefani, da Ernesto e Ida Zani; nato il 2 dicembre 1919 a Sasso Marconi; ivi residente nel 1943. Fattorino. Fu la prima mascotte del Bologna Football Club degli anni venti e trenta.
Militò nella brigata Stella rossa Lupo. Venne fucilato dai fascisti a Bologna il 20 settembre 1944.
Riconosciuto partigiano dall' 1 maggio 1944 al 20 settembre 1944. E' sepolto nel Monumento Ossario ai Caduti Partigiani della Certosa di Bologna ed è ricordato nel Sacrario di Piazza Nettuno.

"Il Resto del Carlino" del 22 settembre '44 segnalò la fucilazione di 'sovversivi', senza indicarne i nominativi. Tra questi vi era anche Stefani: "Contromisure della polizia germanica. Fucilazione di 11 sovversivi confessi di atti di terrorismo. Il Comandante della Polizia di sicurezza e del SD in italia, Comando esterno di Bologna, comunica: negli ultimi giorni, si sono verificate alcune proditorie aggressioni contro soldati germanici per opera di appartenenti a gruppi di comunisti e di partigiani, responsabili di parecchi assassinii. Quale contromisura, il 20 settembre sono stati fucilati undici individui sorpresi in flagranza di reato. Essi hanno confessato di aver partecipato ad atti terroristici e di sabotaggio".

Note

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Eventi

Luoghi

Bibliografia
Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919- 1945)
Albertazzi A., Arbizzani L., Onofri N.S.
1985 Bologna ISB