Stabilimento dell'Immacolata

Stabilimento dell'Immacolata

1845 | oggi

Scheda

Lo Stabilimento dell'Immacolata fu fondato nel 1845 da don Ignazio Lanzarini, un sacerdote noto in città per l'attività caritativa svolta a favore dei ceti più poveri. Nel 1854, esso stabilì la propria sede presso il palazzo dei Bologna, in via Galliera 11. L'Istituto accoglieva ragazzi orfani e abbandonati che lì ricevevano «l'istruzione religiosa, non che di calligrafia ed aritmetica, e chi abbiane d'uopo, anche del disegno: annesse allo Stabilimento [erano] le arti e i mestieri […] dei canapino, calzolaio, sarto, fabbro-ferraio, ebanista, falegname, meccanico e tappezziere» (Albo a memoria dell'augusta presenza di nostro signore Pio IX in Bologna l'estate dell'anno 1857), in modo che gli ospiti, insieme ad alunni esterni, potessero essere avviati a queste attività lavorative.

Lo Stabilimento proseguì la propria attività anche nei decenni successivi, al punto da trasmettere il proprio nome al palazzo in cui si trovava. Attorno agli anni '20 esso trasferì la propria sede, prima in piazza Trento e Trieste, poi in via Decumana dove, col nome di Opera dell'Immacolata, svolge tuttora attività la propria attività, rivolta in particolare all'educazione e formazione dei portatori di handicap. L'edificio di via Galliera prese allora il nome di casa Galli-Grazia. Nella fotografia del Museo del Risorgimento, realizzata nelle ore centrali della giornata, va notata l'assenza delle rotaie del tram sulla via Galliera. Quindi essa fu eseguita, o prima del 1880, quando venne inaugurata la linea che portava da piazza Maggiore alla stazione ferroviaria, o dopo il 1884, quando questa venne instradata per la nuova via Indipendenza, abbandonando il percorso originale. D'altra parte, sono ben visibili linee elettriche che, a quanto pare, non vennero realizzate a Bologna prima del 1885. Questo porta a datare la fotografia al periodo immediatamente precedente il restauro.

Otello Sangiorgi

Testo estratto da Cent'anni fa Bologna: angoli e ricordi della città nella raccolta fotografica Belluzzi, Bologna, Costa, 2000. 

Leggi tutto

Opere

Eventi

Persone

Multimedia
DOCUMENTARIO | BOLOGNA NEL LUNGO OTTOCENTO (1794 - 1914)
DOCUMENTARIO | BOLOGNA NEL LUNGO OTTOCENTO (1794 - 1914)

Documentario - Bologna nel lungo Ottocento (1794 - 1914), 2008. La città felsinea dall'età napoleonica allo scoppio della Grande Guerra.

La Città Rossa nella Grande Guerra
La Città Rossa nella Grande Guerra

La storia di Bologna durante il primo conflitto mondiale raccontata nel video di Alessandro Cavazza e Lorenzo K. Stanzani. A cura del Comitato di Bologna dell'Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, Museo Civico del Risorgimento di Bologna, Cineteca del Friuli, Fondazione del Monte, Istituto Ortopedico Rizzoli.

Bologna nella Restaurazione
Bologna nella Restaurazione

Bologna nella Restaurazione, 1814 | 1873. Intervista ad Otello Sangiorgi. A cura del Comitato di Bologna dell'istituto per la storia del Risorgimento italiano. Con il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. www.vedio.bo.it

www.vedio.bo.it#sthash.V0NR1vdM.dpuf
Bologna post unitaria
Bologna post unitaria

Quadro socio politico della Bologna post unitaria nel periodo 1859-1900. Intervista ad Alberto Preti. A cura del Comitato di Bologna dell'istituto per la storia del Risorgimento italiano. Con il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. www.vedio.bo.it

Apri mappa