Spech Eliodoro

Spech Eliodoro

10 Aprile 1810 - 23 Giugno 1866

Note sintetiche

Scheda

Eliodoro Spech, nato a Milano nel 1810 da Giuseppe e Maddalena Petralia. Cresciuto a Bologna, fu dapprima un celebre cantante internazionale, ma negli anni '40 fu in Spagna alle guerre carliste, con altri volontari italiani, ottenendo una decorazione per la difesa di Granada (1843); fece parte della Legione bolognese nel 1848, e fu alla difesa della Repubblica romana nel 1849. Fece una brillante carriera militare nelle truppe garibaldine, partecipando a numerose spedizioni. Non casualmente la sua figura compare nel grande dipinto di Eleuterio Pagliano 'Lo sbarco a Sesto Calende, 23 maggio 1859', dipinto nel 1865 e conservato nel Museo d'Arte Moderna di Varese. Ferito più volte in combattimento, ottenne una medaglia d’argento al valor militare nel corso della Seconda guerra di Indipendenza, nel 1859 a Tre Ponti (Rezzato). Convinto difensore delle idee liberali e repubblicane era assai stimato da Garibaldi, che gli si rivolgeva chiamandolo molto familiarmente “Specchi”: “Mio caro Specchi (…) conosco l’anima vostra quando si tratta di far bene per l’Italia” (Lettera ad Eliodoro Specchi del 20 settembre 1853). Uomo colto, si dilettava di poesia e parlava lo spagnolo e il portoghese. Visse in America insieme al cognato Lorenzo Salvi nel periodo in cui vi si trovava anche Garibaldi, intrattenendo con quest’ultimo un intenso carteggio. Iniziato alla Massoneria, fu affiliato alla Loggia “Severa” di Bologna, di cui il cognato Salvi era Venerabile. Morì suicida a Molfetta nel 1866 lasciando per iscritto il suo ultimo desiderio: “Auguro sempre vittoria agli Italiani e prego il mio amato generale Garibaldi di non dimenticare il povero E. Spech”. Fu traslato alla Certosa di Bologna, dove la sorella Adele lo volle sepolto nella tomba di famiglia.

Lucia Frati

Bibliografia: F. Cantoni, Caccia e Patriottismo in 28 lettere inedite di Garibaldi, in “Il Comune di Bologna”, a. XVII, n. 7, 1930; Dizionario Universale dei Musicisti, Sonzogno Editore, 1929; Dizionario della Musica e dei Musicisti, vol. VI, Torino, UTET 1988; G. Garibaldi, Epistolario, Roma, Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, 1981; G. Mazzini, Scritti editi e inediti, vol. XXXII (Epistolario vol. XVII), Imola, Galeati, 1921.

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Eventi

Luoghi

Persone

Multimedia
Documentario | Bologna nel Lungo Ottocento (1794 - 1914)
Documentario | Bologna nel Lungo Ottocento (1794 - 1914)

Documentario - Bologna nel lungo Ottocento (1794 - 1914), 2008. La città felsinea dall'età napoleonica allo scoppio della Grande Guerra.

Bologna nella Restaurazione
Bologna nella Restaurazione

Bologna nella Restaurazione, 1814 | 1873. Intervista ad Otello Sangiorgi. A cura del Comitato di Bologna dell'istituto per la storia del Risorgimento italiano. Con il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. www.vedio.bo.it

www.vedio.bo.it#sthash.V0NR1vdM.dpuf
Bologna dove suona - Girovagando tra luoghi della musica
Bologna dove suona - Girovagando tra luoghi della musica

Documentario di Riccardo Marchesini per Girovagando e Giostra film.

1859 - Bologna finalmente fu libera
1859 - Bologna finalmente fu libera

Video riassuntivo della rievocazione storica dell'Associazione 8cento che nel 2019 ha dedicato al XII giugno 1859, anno in cui ebbe termine il governo pontificio e si mossero i primi passi verso l'adesione al regno sabaudo.

Documenti
Bologna Città della Musica
Tipo: PDF Dimensione: 458.72 Kb

Bologna vanta una tradizione musicale così ricca da aver meritato la nomina dell’Unesco a Città Creativa della Musica, prestigioso riconoscimento che si fonda sulle eccellenze del passato e sulla ricchezza delle proposte del presente.