Si forma il Comitato di Liberazione Emilia-Romagna

Scheda

Il Comitato regionale di Liberazione Emilia-Romagna prende vita il 19 settembre dal Comitato regionale "Pace e Libertà", che dal giugno riunisce le forze politiche ostili al regime.
Tra le componenti attive del Comitato di Liberazione, i comunisti sono i più contrari al cosiddetto "attendismo", atteggiamento di rinuncia alla lotta armata teso ad evitare profondi contrasti con i tedeschi occupanti. A stimolare l'iniziativa politica e militare antifascista si adopera nei giorni successivi all'armistizio il responsabile della direzione del PCI Arturo Colombi, al quale succede dal 19 settembre Giuseppe Alberganti (Cristallo).
Quest'ultimo sarà membro del "Triumvirato insurrezionale" e uno dei leader più autorevoli della Resistenza bolognese.

cronologia sala borsa

Leggi tutto

Organizzazioni