Riunione del Partito Comunista bolognese dopo la caduta del fascismo

Scheda

Si tiene in un appartamento di via Fondazza la prima riunione del Comitato federale del PCI. Partecipano alcuni dirigenti reduci dal carcere e dal confino: tra essi Arturo Colombi, Gaetano Chiarini, Celso e Vittorio Ghini, Umberto Macchia, Antonio Cicalini, Nella Baroncini.
La Federazione comunista bolognese conta circa 1.500 iscritti, finora costretti alla clandestinità. La struttura organizzativa di base è la cellula. Ne esiste una in tutte le fabbriche importanti della città.
Il Partito comunista, i cui dirigenti hanno maturato notevoli esperienze di lotta in Spagna e in Francia, diventa l'animatore principale della ricomposizione del fronte antifascista, superando vecchie chiusure settarie nei confronti degli altri partiti democratici.

cronologia sala borsa

Leggi tutto

Organizzazioni

Persone