Zucconi Aristide

Zucconi Aristide

25 dicembre 1923 - 11 novembre 1944

Note sintetiche

Titolo di studio: Licenza elementare
Causa della morte: In combattimento
Occupazione: Operaio/a

Riconoscimenti

  • Partigiana/o ( 1 giugno 1944 - 11 novembre 1944)

Onorificenze

  • Medaglia d'Argento al Valor Militare

    In aspro combattimento, manteneva un'importante posizione attaccata da preponderanti forze nemiche. Rimasto circondato, rifiutava di arrendersi continuando a far fuoco fino all'esaurimento delle munizioni. Colpito a morte, s'abbatteva esanime al suolo.
    Lizzano in Belvedere, 11 novembre 1944

Scheda

Aristide Zucconi, da Attilio e Giuseppina Cicini; nato il 25 dicembre 1923 a Castel di Casio; ivi residente nel 1943. Licenza elementare. Operaio meccanico.
Militò nella 7ª brg Modena della divisione Armando con funzione di capo di SM di btg e operò sull'Appennino tosco-emiliano.
Cadde in uno scontro con i tedeschi l'11 novembre 1944 in località Corona di Monte Belvedere (Lizzano in Belvedere). Gli è stata conferita la medaglia d'argento alla memoria.
Riconosciuto partigiano col grado di tenente dall'1 giugno 1944 all'11 novembre 1944.
Il suo nome è stato dato ad una strada di Bologna. [AR]

Note

E' ricordato nel Sacrario di Piazza Nettuno.

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Persone

Bibliografia
Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919- 1945)
Albertazzi A., Arbizzani L., Onofri N.S.
1985 Bologna ISB