Zacchini Gino

Zacchini Gino

30 agosto 1927 - 10 ottobre 1944

Note sintetiche

Titolo di studio: Licenza elementare
Causa della morte: Esecuzione

Riconoscimenti

  • Partigiana/o ( 2 febbraio 1944 - 12 ottobre 1944)

Scheda

Gino Zacchini, da Francesco e Giovanna Amadori; nato il 30 agosto 1927 a Zola Predosa; ivi residente nel 1943. Licenza elementare.
Operò a Monte San Pietro nel battaglione Monaldo della 63ª brigata Bolero Garibaldi con funzione di aiutante di battaglione.
A seguito dello scontro fra partigiani e tedeschi, avvenuto a Rasiglio (Sasso Marconi), fu catturato e barbaramente impiccato e fucilato dai tedeschi, insieme con altri 12 partigiani nella piazzetta a lato del ponte ferroviario di Casalecchio di Reno, il 10 ottobre 1944.
Riconosciuto partigiano dal 2 febbraio 1944 al 12 ottobre 1944.
Nell'aprile 1980, sul marmo che ricorda il sacrificio dei 13 partigiani nello stesso luogo ove si compi l'eccidio il suo nome é stato erroneamente trascritto in Zucchini. [AR]

Note

E' ricordato nel Sacrario di Piazza Nettuno.

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Eventi

Bibliografia
Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919- 1945)
Albertazzi A., Arbizzani L., Onofri N.S.
1985 Bologna ISB