Pasciuti Iliano Cleto

Pasciuti Iliano Cleto detto Leo

6 maggio 1922 - 20 ottobre 1944

Note sintetiche

Titolo di studio: Licenza elementare
Causa della morte: Esecuzione
Occupazione: Imbianchino

Riconoscimenti

  • Partigiana/o (14 giugno 1944 - 20 ottobre 1944)

Scheda

Iliano Pasciuti, nome di battaglia "Leo", da Adriano e Adalgisa Lazzari; nato il 6 maggio 1922 a Bologna; ivi residente nel 1943. Licenza elementare. Imbianchino.
Prestò servizio militare nei carabinieri a Roma dal 1941 al 1943.
Militò nella 36ª brigata Bianconcini Garibaldi con funzione di capo di SM della 2ª compagnia e operò sull'Appennino tosco-emiliano.
Venne catturato dai tedeschi l'11 ottobre 1944, con altri 2 partigiani, dopo lo scontro di Cà di Marcone a Santa Maria di Purocielo (Brisighella - RA), e consegnato ai fascisti. Secondo altra versione venne ricoverato nell'ospedale di Brisighella, perchè ferito, con altri partigiani pure feriti e catturati dai tedeschi nella canonica di Cavina (Fognano-RA). Tutti furono prelevati dai fascisti nella notte tra il 16 e 17 ottobre e trasferiti a Bologna.
Dopo essere stato seviziato, venne fucilato al poligono di tiro il 20 ottobre 1944.
Riconosciuto partigiano con il grado di sottotenente dal 14 giugno 1944 al 20 ottobre 1944. [Nazario Sauro Onofri]

Note

E' sepolto nel Monumento Ossario ai Caduti Partigiani della  Certosa di Bologna ed è ricordato nel Sacrario di Piazza Nettuno.

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Eventi

Luoghi

Persone

Bibliografia
Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919- 1945)
Albertazzi A., Arbizzani L., Onofri N.S.
1985 Bologna ISB