Farneti Rita

Farneti Rita

2 febbraio 1895 - 29 settembre 1944

Note sintetiche

Causa della morte: Esecuzione
Occupazione: Colono

Riconoscimenti

  • Partigiana/o (15 agosto 1944 - 29 settembre 1944)

Scheda

Rita Farneti, da Vincenzo e Clementina Palmonari; nata il 2 febbraio 1895 a Lizzano in Belvedere. Nel 1943 residente a Gaggio Montano. Colona.
Militò nella brigata GL Montagna.
Il 28 settembre 1944 fu catturata dalle SS insieme con una settantina di persone — in massima parte donne, vecchi e bambini — nel corso di un rastrellamento di rappresaglia effettuato per un attacco che la brigata GL Montagna aveva sferrato contro un' autocolonna tedesca in località Ronchidoso di Sotto (Gaggio Montano).
Venne fucilata dalle SS il 29 settembre 1944, in località Casone della Lamma di Ronchidos, insieme con altre 61 persone, tra le quali i figli Clementina, Giovannina, Ines e Maria Luisa Palmonari, il genero Augusto Iattoni (marito di Clementina) e il nipote Renzo Iattoni. Altre 2 erano state fucilate il giorno prima. Tutti i cadaveri furono dati alle fiamme.
Riconosciuta partigiana dal 15 agosto 1944 al 29 settembre 1944. [O]

Note

E' ricordata nel Sacrario di Piazza Nettuno e nel Monumento alle Cadute partigiane a Villa Spada.

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Eventi

Persone

Bibliografia
Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919- 1945)
Albertazzi A., Arbizzani L., Onofri N.S.
1985 Bologna ISB