Bottonelli Medardo

Bottonelli Medardo detto Sfilatino

25 marzo 1914 - 21 ottobre 1944

Note sintetiche

Causa della morte: In combattimento
Occupazione: Operaio/a

Riconoscimenti

  • Partigiana/o ( 1 ottobre 1943 - 21 ottobre 1944)

Onorificenze

  • Medaglia d'Argento al Valor Militare
    Valoroso combattente della guerra di liberazione, partecipava a numerosi fatti d'arme distinguendosi per coraggio e sprezzo del pericolo. Sempre alla testa della sua indomita compagnia, primo fra i primi attaccava e contrattaccava senza mai evitare le soverchianti forze nemiche. Circondato coi suoi compagni da un numeroso gruppo tedesco condusse eroicamente la difesa a tutta oltranza fino all'ultima cartuccia, finché ferito, piuttosto che arrendersi, si lanciava contro il nemico brandendo come clava il moschetto. Colpito al petto da una raffica di mitra, cadeva da eroe gridando viva l'Italia.

Scheda

Medardo Bottonelli, nome di battaglia "Sfilatino", da Natale e Olga Fanti; nato il 25 marzo 1914 a Bologna; ivi residente nel 1943. Verniciatore.
Comunista.
Militò nella 62a brigata Camicie rosse Garibaldi.
Cadde nel corso del combattimento di Vigorso (Budrio) il 21 ottobre 1944.
Riconosciuto partigiano dall'1 ottobre 1943 al 21 ottobre 1944. Gli è stata conferita la medaglia d'argento al valor militare.
Al suo nome è stata intitolata una strada di Bologna.

Note

E' sepolto nel Monumento Ossario ai Caduti Partigiani della  Certosa di Bologna ed è ricordato nel Sacrario di Piazza Nettuno.

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Eventi

Luoghi

Persone

Bibliografia
Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919- 1945)
Albertazzi A., Arbizzani L., Onofri N.S.
1985 Bologna ISB