Repubblica Sociale Italiana, (RSI)

Repubblica Sociale Italiana, (RSI)

1943 - 1945

Scheda

Subito dopo l’8 settembre 1943 Hitler convocò al suo quartiere generale in Prussia alcuni ex gerarchi fascisti rifugiati in Germania dopo il 25 luglio 1943 e ordinò loro di dare vita ad un governo, in attesa del ritorno sulla scena politica di Mussolini, ancora prigioniero.
Il 9 settembre 1943 da una radio tedesca fu trasmessa la notizia della nascita del governo fascista in esilio e il 18 da radio Monaco fu annunciata la nascita di un nuovo stato repubblicano.
Il consiglio dei ministri della rinata dittatura fascista si riunì il 23 settembre1943, alla presenza di Mussolini e si autoproclamò unico rappresentante del popolo italiano, anche se il vero, unico e legittimo governo costituzionale era quello di Pietro Badoglio, insediatosi prima a Brindisi e poi a Salerno.
Quello di Mussolini era e restò un governo collaborazionista al servizio dell’invasore tedesco. Il 25 novembre 1943 il dittatore decise - ma l’annuncio era stato dato più volte in precedenza - che dall’1 dicembre 1943 l’Italia sarebbe divenuta la Repubblica sociale italiana.
Che il governo collaborazionista dipendesse totalmente dall’esercito d’occupazione lo dimostrano almeno due elementi: non gli fu mai permesso di insediarsi nella capitale e non fu interpellato quando 9 province del Trentino, Alto Adige e Venezia Giulia furono aggregate al Reich. Del pari non si oppose alla politica di spogliazione della produzione industriale e agricola messa in atto dai tedeschi. Così come non si oppose, quando non la favorì, alla deportazione non solo dei militari catturati dopo l’8 settembre 1943, ma anche di migliaia di lavoratori.
Il regime fascista consegnò ai tedeschi i cittadini italiani di religione ebraica e migliaia d’antifascisti perché fossero uccisi nei lager.
La base ideologica della nuova repubblica era la Carta di Verona, approvata dal congresso nazionale nel novembre 1943. Il nerbo della repubblica avrebbe dovuto essere il PFR. La RSI crollò quando le venne meno il sostegno della Germania sconfitta dagli alleati. Mussolini fu giustiziato, dopo essere stato catturato in divisa militare tedesca, mentre stava fuggendo in Svizzera. [O]

BIBLIOGRAFIA.  A. Scarpellini, La RSI nelle lettere dei suoi caduti, Bologna, 1963, pp.627; N. Armaroli, La diarchia nazione-partito e il problema politico del nuovo esercito della RSI, Roma, 1964, pp.29; B. Spampanato, L’ultimo Mussolini, 3 volumi, Roma, 1964; F. Massobrio, U. Guglielmotti, Storia della repubblica sociale italiana, CEN, Roma, 1968, 2 voll di pp.583 e 1.191; G. Pansa, L’esercito di Salò nei rapporti riservati della  Guardia nazionale repubblicana, 1943-44, Milano, 1969, pp.215; S. Bertoldi, Salò, Vita e morte della RSI, Rizzoli, Milano 1976, pp.431; G. Bocca, La repubblica di Mussolini, Bari, Laterza, 1977, pp.391; V. Paolucci, La Repubblica sociale italiana e il Partito fascista repubblicano, settembre 1943-marzo 1944, Urbino, Argalia, 1979, pp.243; La Repubblica sociale italiana, 1943-45, a cura di P.P. Poggio, Annali della fondazione Luigi Micheletti, Brescia, 1986, pp.467; M. Viganò, Il congresso di Verona (14 novembre 1943). Documenti e testimonianze, Roma, Settimo sigillo, 1994, pp.215; G. Oliva, La Repubblica di Salò, Firenze, Giunti, 1997, pp.123; Storia fotografica della Repubblica sociale italiana, a cura di G. De Luna e A. Mignemi, Torino, Bollati Boringhieri, 1997, pp.410; G. Pisanò, Io, fascista, Milano, Il saggiatore, 1997, pp.223; Istituto storico della R.S.I., Repubblica sociale, a cura di A. Conti, Bologna, 1999, pp.318; D. Gagliani, Brigate  nere. Mussolini e la militarizzazione del Partito fascista repubblicano, Torino, Bollati  Boringhieri, 1999, pp.305; L. Ganapini, La repubblica delle camicie nere, Milano, Garzanti, 1999, pp.509; P.P.Poggio, Repubblica sociale italiana, in  Dizionario della Resistenza, Torino, Einaudi, vol.I, pp.66-77; Bibliografia sulla Repubblica Sociale Italiana, a cura di A. Conti, Bologna, Scarabeo, 2000, pp.192; P. Teoni Minucci, Combattenti dell’Onore. Così caddero gli uomini e le donne della RSI, Milano, Greco, 2001, pp.293 (Da p.36 a 69 i caduti dell’Emilia-Romagna); Albo caduti e dispersi della repubblica sociale italiana, a cura di A. Conti, Bologna 2003, pp.749.

Leggi tutto

Vedi anche

Persone

Bibliografia
Albo caduti e dispersi della Repubblica Sociale italiana
Conti A., a cura di
2003 Bologna Fondazione della RSI
Bibliografia sulla Repubblica Sociale Italiana
A. Conti
2000 Bologna Scarabeo
Brigate nere. Mussolini e la militarizzazione del Partito fascista repubblicano
D. Gagliani
1999 Torino Bollati Boringhieri
Combattenti dell’Onore. Così caddero gli uomini e le donne della RSI
P. Teoni Minucci
2001 Milano Greco
Contromemoriale
B. Spampanato
1952 Roma
Due anni di storia, 1943-1945
A. Tamaro
1948 Roma Tosi
I 600 giorni di Mussolini
E. Amicucci
1948 Roma Faro
Il congresso di Verona (14 novembre 1943). Documenti e testimonianze
M. Viganò
1994 Roma Settimo sigillo
Io, fascista
G. Pisanò
1997 Milano Il saggiatore
Istituto storico della R.S.I., Repubblica sociale
A. Conti
1999 Bologna
Itinerario tragico (1943-1945)
Pini G.
1950 Milano Omnia
L’Esercito di Salò nei rapporti riservati della Guardia nazionale repubblicana, 1943-1944
G.P. Pansa
1968 Milano
L’ultimo Mussolini
B. Spampanato
1964 Roma
La diarchia nazione-partito e il problema politico del nuovo esercito della RSI
N. Armaroli
1964 Roma
La repubblica delle camicie nere
L. Ganapini
1999 Milano Garzanti
La repubblica di Mussolini
G. Bocca
1977 Bari Laterza
La repubblica di Mussolini: 25 luglio 1943-25 aprile 1945
F. Bellotti
1947 Milano
La Repubblica di Salò
S. Bertoldi
1980 Milano Rizzoli
La Repubblica di Salò
M. Liberati
1952 Roma
La Repubblica di Salò
G. Oliva
1997 Firenze Giunti
La Repubblica sociale italiana e il Partito fascista repubblicano, settembre 1943-marzo 1944
V. Paolucci
1979 Urbino Argalia
La Repubblica sociale italiana, 1943-45
P. P. Poggio
1986 Brescia
La RSI nelle lettere dei suoi caduti
A. Scarpellini
1963 Bologna
Repubblica sociale italiana
P. P. Poggio
Torino Einaudi
Repubblica sociale italiana, Storia
AA. VV.
1959 Roma CEM
Salò, Vita e morte della RSI
S. Bertoldi
1975 Milano Rizzoli
Storia della Repubblica di Salò
F.W. Deakin
1963 Torino Einaudi
Storia della repubblica sociale italiana
E. Cione
1948 Caserta
Storia della repubblica sociale italiana
F. Massobrio, U. Guglielmotti
1968 Roma CEN
Storia della RSI
E. Cione
1950 Roma Latinità
Storia fotografica della Repubblica sociale italiana
G. De Luna e A. Mignemi
1997 Torino Bollati Boringhieri