Zocchi Arnaldo

Zocchi Arnaldo

1862 - 1940

Note sintetiche

Occupazione: Scultore

Scheda

Appartiene a famiglia di scultori, e fin da bambino imitò il padre a modellare  la creta.
Nacque a Firenze il 20 settembre 1862,  iniziò il corso degli studi classici e frequentò il liceo, poi studiò disegno sotto la guida del padre Emilio, scultore di gran fama.
Entrato al servizio militare raggiunse il grado di ufficiale di complemento; poi ritornò alla stecca. Aveva già dimostrato singolari attitudini di modellatore sobrio, corretto, quando fu aperto il concorso per il monumento a Garibaldi sul Gianicolo, ed egli vi partecipò mettendosi arditamente, ancor giovane, in competizione con i  più grandi scultori d'Italia. Fu prescelto il Gallori, ma Zocchi si affermò con onore e fu premiato assieme a  Ferrari e Ximenes. Poi eseguì il busto di Ricasoli per la Camera dei Deputati, ed ebbe la commissione per il monumento al pittore Piero della Francesca in San Sepolcro .Il bozzetto comparso all'esposizione di belle arti in Roma nel 1890 vi ottenne lodi e la medaglia d'oro. Prese pure parte al concorso per il monumento a Garibaldi a Milano, facendovisi apprezzare. Fu  premiato anche a Bologna per il monumento a Garibaldi, e questo  segnò il suo trionfo.
Arnaldo Zocchi è uomo simpatico, entusiasta dell'arte in cui è valente, conserva modi semplici e modesti, per cui si rende caro ai colleghi ed agli amici. Egli ha voluto far dono al Carlino di una riproduzione perfetta in terracotta della testa del suo Garibaldi, e la belle effige sarà d'ora in poi artistico e nobile ornamento degli uffici del giornale - ammonitrice ed ispiratrice.

Trascrizione dal Supplemento del n.180 del Resto del Carlino, 28 giugno 1896, a cura di Lorena Barchetti

Leggi tutto

Opere

Eventi

Luoghi

Documenti
La Sciarpa d'Iride
Tipo: PDF Dimensione: 3.21 Mb

La Sciarpa d'Iride - Rivista Periodica Illustrata. Anno II n. 5, 5-6 febbraio 1898. Modena, Tipografia Tonietto, Litografia Gibertini