Zanardi Libero

Zanardi Libero

17 maggio 1900 - 9 giugno 1922

Note sintetiche

Occupazione: Giornalista

Scheda

Libero Zanardi, da Francesco e Angiolina Rizzi; nato il 17 maggio 1900 a Bologna. Giornalista. Iscritto al PRI e al PSI. Si iscrisse giovanissimo al PRI e partì volontario per prendere parte alla prima guerra mondiale. Gli furono conferite decorazioni al valore.
Nel 1919, quando fu smobilitato, aderì al PSI ed entrò nella redazione del settimanale socialista "La Squilla".
Dall'inizio del 1921 fece parte anche della redazione bolognese dell'"Avanti!". Dopo avere subìto numerose bastonature da parte dei fascisti, nella primavera del 1922 si rifugiò a Rimini (FO), mentre il padre, bandito dai fascisti, si era trasferito a Roma.
Durante il soggiorno riminese, che si augurava breve, trascurò un attacco di appendicite (secondo altre fonti morì invece a seguito delle percosse subite dai fascisti). In pochi giorni le sue condizioni si aggravarono e il 9 giugno 1922 morì di peritonite.
Nonostante il divieto dei fascisti e le pubbliche minacce, i suoi funerali si trasformarono in una grande manifestazione politica antifascista, alla quale presero parte migliaia di bolognesi con bandiere e mazzi di fiori rossi. [O]

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Luoghi

Persone

Multimedia
La Città Rossa nella Grande Guerra
La Città Rossa nella Grande Guerra

La storia di Bologna durante il primo conflitto mondiale raccontata nel video di Alessandro Cavazza e Lorenzo K. Stanzani. A cura del Comitato di Bologna dell'Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, Museo Civico del Risorgimento di Bologna, Cineteca del Friuli, Fondazione del Monte, Istituto Ortopedico Rizzoli.