Fratelli Zappoli - Industria salumiera

Fratelli Zappoli - Industria salumiera

1884 | 1940

Scheda

Subito all'esterno di Porta San Felice, su quello che oggi è Viale Silvani, nel 1884 viene costruito lo stabilimento a vapore dei fratelli Federico ed Enrico Zappoli che, dal 1859, avevano aperto a Bologna l'attività di produttori di salumi. I macchinari erano all'avanguardia, alcuni di provenienza americani, altri prodotti dalle Officine Calzoni di Bologna. Adiacente allo stabilimento (un edificio a due piani in mattoni rossi) viene costruito anche un palazzo in stile neomedievale con decorazioni in terracotta su progetto di Filippo Buriani. In tale palazzo i fratelli Zappoli ebbero la loro abitazione privata. Negli anni '30 del XX secolo l'azienda era stata rilevata da Alceste Ferri e lo stabilimento aveva sede in provincia, a Calcara.

Daniela Schiavina

In collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna

Leggi tutto

Eventi

Vedi anche

Persone

Multimedia
Bologna post unitaria
Bologna post unitaria

Quadro socio politico della Bologna post unitaria nel periodo 1859-1900. Intervista ad Alberto Preti. A cura del Comitato di Bologna dell'istituto per la storia del Risorgimento italiano. Con il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. www.vedio.bo.it

I grandi affittuari terrieri e arretratezza dell'industria bolognese
I grandi affittuari terrieri e arretratezza dell'industria bolognese

1900 - 1914, i grandi affittuari terrieri e arretratezza della industria bolognese. Intervista ad Alberto Preti. A cura del Comitato di Bologna dell'istituto per la storia del Risorgimento italiano. Con il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. www.vedio.bo.it

Documenti
Musei dell’Industria di Bologna
Tipo: PDF Dimensione: 274.97 Kb

Scoprire i Musei che illustrano l’evoluzione delle tecnologie meccaniche ed elettroniche. Una sintesi della storia attraverso il lavoro ed il sapere di generazioni.

Antichi mestieri a Bologna
Tipo: PDF Dimensione: 728.05 Kb

La storia di Bologna è anche la storia dei suoi artigiani e dei suoi commercianti. Un’incessante operosità si è espressa in antichi mestieri oggi scomparsi ma che, per la loro importanza, erano denominati “Arti”.