A.C.M.A. | macchine automatiche

1924 | 1986

Scheda

Gaetano Barbieri (1881-1959) era stato, a partire dal 1918, socio dello stabilimento chimico-farmaceutico A. Gazzoni e C., responsabile della direzione amministrativa e commerciale. Nel 1924 aveva fondato l’A.C.M.A., Anonima Costruzioni Macchine Automatiche, proprio su sollecitazione di Arturo Gazzoni, desideroso di meccanizzare la produzione delle bustine dell’Idrolitina, polveri per acque da tavola fino ad allora dosate e riempite a mano dalle sue operaie. A questo scopo era stata realizzata l’A.C.M.A. 713, la capostipite di tutte le macchine automatiche bolognesi. L’assunzione di un giovane progettista, Bruto Carpigiani, aveva dato un impulso determinante all’Azienda che ben presto aveva proposto un’ampia gamma di macchine per la lavorazione di prodotti farmaceutici, chimici, dolciari e alimentari, affacciandosi anche sui mercati esteri. Loro caratteristica era la possibilità, sostituendo alcuni semplici meccanismi, di confezionare prodotti di diverse dimensioni e di variare i formati. Oltre all’apporto di Carpigiani, al quale si deve l’intuizione delle potenzialità della “ruota a zeta”, impiegata per la prima volta nell’incartatrice per caramelle 722, nel 1936 un ulteriore contributo allo sviluppo tecnologico dell’A.C.M.A. era venuto dall’assunzione di Giuseppe Clerico, ingegnere proveniente dall’Olivetti. Attorno a loro si formeranno molti progettisti e tecnici che daranno vita, nel secondo dopoguerra, ad altre ditte sempre nel settore delle macchine automatiche. Nel 1962 l’Azienda veniva acquisita dall’americana Emhart, raggiungendo posizioni di eccellenza nel suo settore produttivo, quindi, nel 1986 entrava a far parte del gruppo Seragnoli, oggi COESIA, con il marchio A.C.M.A.-G.D, successivamente mutato in A.C.M.A.Volpak.

Antonio Campigotto

Testo tratto da "La Ruota e l’Incudine la memoria dell’Industria Meccanica bolognese in Certosa", Minerva, 2016

Leggi tutto

Opere

Eventi

Vedi anche

Persone

Documenti
Musei dell’Industria di Bologna
Tipo: PDF Dimensione: 274.97 Kb

Scoprire i Musei che illustrano l’evoluzione delle tecnologie meccaniche ed elettroniche. Una sintesi della storia attraverso il lavoro ed il sapere di generazioni.

Industrie Bolognesi
Tipo: PDF Dimensione: 87.39 Kb

Delle principali industrie del Bolognesi - Delle fonderie ed officine meccaniche. Di Federico Amici, in 'Enciclopedia Contemporanea', Fano, 1856.

Castel Maggiore 1943-45
Tipo: PDF Dimensione: 3.44 Mb

Castel Maggiore 1943-45. Documenti e testimonianze della lotta contro il nazifascismo - a cura di Roberto Fregna, edito da A.P.E. Bologna 1974. © Comune di Castel Maggiore

Bologna combatte
Tipo: PDF Dimensione: 8.42 Mb

Nazario Sauro Onofri, Bologna combatte (1940-1945) - Dalla dittatura alla libertà, ed. Sapere 2000, 2003