Officine Calzoni | macchine agricole - motori - turbine

Officine Calzoni | macchine agricole - motori - turbine

1830 | oggi

Scheda

La Fonderia era originariamente collocata in una vasta area affacciata su viale Pietramellara all'attuale incrocio con via Amendola. Così viene descritta nella 'Guida illustrata di Bologna - Storica artistica industriale', edita nel 1892 dalla Tipografia Successori Monti: "Presso la Stazione della ferrovia è la Fonderia ed Opifizio meccanico della Ditta Alessandro Calzoni, che ha il suo magazzino in Piazza Mercanzia, N. 5. Questa Casa, che è certo la più importante del genere a Bologna, fu fondata fino dall'anno 1836, ed è venuta fino ad oggi progredendo ed ampliandosi man mano che le esigenze dei tempi e dei progressi scientifici lo richiedevano, sicchè ora ha un vasto fabbricato e numerosissimi operai. Questa Fonderia eseguisce grandi lavori, come motori idraulici, a vapore, a gaz, macchine industriali, agricole, olearie e vinicole, pompe idrauliche, ecc. Il Magazzeno, in Piazza della Mercanzia, fu fatto appositamente costruire, pochi anni or sono, dall'ingegnere Filippo Buriani".

L'industria meccanica Calzoni fu fondata da Alessandro Calzoni (Bologna 1807-1855) nel 1830, come piccolo laboratorio per la fusione di oggetti in bronzo e peltro. Ben presto l'officina inizia a produrre macchine industriali per una filanda a vapore, successivamente installa una fonderia per ghisa nell'ex chiesa del Carrobbio. La curiosità e lo spirito di iniziativa spingono Alessandro a compiere numerosi viaggi di istruzione in Europa. Questi viaggi costituiscono la premessa per indirizzare l'attività della ditta nel rinnovamento della meccanica agricola, dalle parti in ferro per gli aratri alle pompe idrauliche. Alla sua morte gli subentrano  il figlio Costantino e il fratello Annibale. Nella seconda metà dell'Ottocento la Calzoni si specializza nella costruzione di macchine industriali e nelle nuove turbine idrauliche, rimanendo una delle punte avanzate della scena industriale bolognese e nazionale. Con Alfonso e Giuseppe l'azienda si specializza nei campi di produzione per macchinario per impianti idroelettrici e macchine agricole. Durante la Prima Guerra Mondiale l'officina è dichiarata Stabilimento ausiliario, affiancando alla tradizionale produzione anche forniture belliche, in particolare macchine speciali per il munizionamento e turbine per gli impianti idroelettrici dell'Appennino.

Dopo la fine del conflitto la ditta si unisce alla fonderia Parenti, dando vita alla “Società Anonima Officine Calzoni Parenti”, trasferendosi in via Emilia Ponente. L'azienda divide la produzione in tre settori: impianti idraulici, fusioni in ghisa, costruzioni di macchinari vari. Fu sicuramente lo studio di Alfredo Calzoni nel campo dell'oleodinamica che permise all'azienda di imporsi nel campo dei motori per paratoie degli impianti, alaggio delle navi e gru. Fu negli anni '30 che si sviluppò una importante collaborazione tra l'azienda Calzoni e la Regia Marina, soprattutto nel campo dei comandi dei sommergibili o delle unità di superficie. Durante la Seconda Guerra Mondiale le officine dell'azienda subiscono pesanti danneggiamenti. Nel dopoguerra inizia l'opera di ricostruzione dell'Azienda, sotto la guida del dott. Augusto Calzoni. In quegli anni sembra già prefigurarsi la fisionomia che la società manterrà fino agli anni Ottanta, con il potenziamento dell'officina e della carpenteria. Nel 1964 vi è la fusione tra le società Riva e Calzoni, che cooperavano già dagli anni Venti. La Riva-Calzoni si espande in altri settori, dal commerciale agli impianti idroelettrici. Nel 2000 la Calzoni si trasferisce a Calderara di Reno e l’attività aziendale viene articolata su tre principali linee di prodotti: Sollevamenti per Sommergibili, Sistemi di ausilio visuale all’atterraggio, Applicazioni navali speciali. Nel 2012 entra a far parte della L-3 Communications Corporation.

Bibliografia: 1834-1984: Centocinquant'anni di vita della Calzoni, Bologna, Riva Calzoni 1984; Maria Angela Neri, Quando si tirava la vita coi denti..., a cura di Gianfranco Paganelli, Bologna, Centro sociale ricreativo culturale Santa Viola 2004; Antonio Campigotto et al., Prodotto a Bologna. Una identità industriale con cinque secoli di storia, Bologna, Renografica 2000; Antonio Campigotto, Roberto Martorelli (a cura di), La ruota e l'incudine. La memoria dell'industria meccanica bolognese in Certosa, Bologna, Minerva Edizioni 2016

Leggi tutto

Opere

Eventi

Vedi anche

Persone

Multimedia
DOCUMENTARIO | BOLOGNA NEL LUNGO OTTOCENTO (1794 - 1914)
DOCUMENTARIO | BOLOGNA NEL LUNGO OTTOCENTO (1794 - 1914)

Documentario - Bologna nel lungo Ottocento (1794 - 1914), 2008. La città felsinea dall'età napoleonica allo scoppio della Grande Guerra.

L'economia bolognese dall'unità alla grande crisi agraria - 1859 | 1880
L'economia bolognese dall'unità alla grande crisi agraria - 1859 | 1880

Intervista ad Alberto Preti. A cura del Comitato di Bologna dell'istituto per la storia del Risorgimento italiano. Con il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. www.vedio.bo.it

I grandi affittuari terrieri e arretratezza dell'industria bolognese
I grandi affittuari terrieri e arretratezza dell'industria bolognese

1900 - 1914, i grandi affittuari terrieri e arretratezza della industria bolognese. Intervista ad Alberto Preti. A cura del Comitato di Bologna dell'istituto per la storia del Risorgimento italiano. Con il contributo di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. www.vedio.bo.it

Documenti
Industrie Bolognesi
Tipo: PDF Dimensione: 87.39 Kb

Delle principali industrie del Bolognesi - Delle fonderie ed officine meccaniche. Di Federico Amici, in 'Enciclopedia Contemporanea', Fano, 1856.

Lavoro femminile (Il)
Tipo: PDF Dimensione: 422.49 Kb

Elisa Erioli, Il lavoro femminile durante la Grande Guerra.

Musei dell’Industria di Bologna
Tipo: PDF Dimensione: 274.97 Kb

Scoprire i Musei che illustrano l’evoluzione delle tecnologie meccaniche ed elettroniche. Una sintesi della storia attraverso il lavoro ed il sapere di generazioni.

Guida artistica commerciale industriale
Tipo: PDF Dimensione: 3.03 Mb

Guida artistica, commerciale ed industriale per l'interno della città di Bologna; anno settimo, Bologna, Società Tipografica dei Compositori, 1872. Collezione privata.

Apri mappa