Muore Paolo Fabbri, leader socialista

Militare 14 Febbraio 1945

Scheda

Mentre tentano di attraversare la linea del fronte per rientrare a Bologna dopo aver partecipato al congresso della CGIL a Roma, i dirigenti socialisti Paolo Fabbri (1889-1945) e Mauro Guermani perdono la vita a Bombiana di Gaggio Montano.
Paolo Fabbri (Palita), già capolega a Conselice e segretario della Camera del Lavoro di Molinella, era uno dei principali animatori della Resistenza in Emilia. Il suo fondo in via dei Poeti, un tempo tipografia del "Resto del Carlino", è un importante centro dell'antifascismo, "cuore del socialismo" bolognese e una delle poche basi partigiane ad operare ininterrottamente dall'8 settembre 1943 al 21 aprile 1945.
I corpi di Guermani e Fabbri saranno ritrovati solo nell'aprile 1946. Le circostranze della morte non saranno mai chiarite: secondo alcuni i due resistenti sono incappati in un campo minato o sono stati intercettati da una pattuglia tedesca. Per altri l'episodio rientra in una serie di uccisioni misteriose e controverse di esponenti dell'antifascismo moderato (Bentivogli, Bassi, Proni, ecc.).

cronologia sala borsa

Leggi tutto

Organizzazioni

Persone

Altro