Monumento Zamorani

Monumento Zamorani

1911-1930

Scheda

Il monumento si compone di una struttura architettonica in marmo e di tre steli in bronzo, decorate a bassorilievo. Quella centrale contiene l'effigie di Benedetto Zamorani, rappresentato a figura intera, con cappello e mani in tasca, mentre esce camminando da una siepe di crisantemi. Con ogni probabilità, il defunto è colto nel momento di una tranquilla passeggiata nelle proprie terre. Zamorani era morto a causa dell'infezione rabbica provocata da un cane mentre usciva dalla sua villa fuori Porta Castiglione. Le steli laterali, eseguite negli anni successivi, sono decorate con motivi floreali e piante in pieno stile Liberty bolognese, ed ornano le sepolture della moglie Rita Bianchini, a sinistra, e del figlio Benedetto (deportato dai nazisti nel 1944), a destra. In stile egittizzante invece, i decori posti nella parte superiore del monumento e sulla cancellata, allusivi all'esodo del popolo ebraico e conseguente metafora del viaggio dell'anima.

Sara Benuzzi

agosto 2016

Leggi tutto

Organizzazioni

Eventi

Luoghi

Persone

Documenti
Antico ghetto ebraico (L')
Tipo: PDF Dimensione: 662.54 Kb

L’antico ghetto ebraico di Bologna, in pieno centro medievale, mostra ancora oggi la sua struttura originaria: un dedalo di viuzze e passaggi sospesi, ponti coperti e piccole finestre raccontano la storia di un’intera comunità.

Apri mappa