Monumento Cloetta

Monumento Cloetta

1898

Scheda

La tomba della famiglia Cloetta è collocata nel portico nord del Chiostro VII della Certosa di Bologna. Collocata entro una nicchia rivestita di marmo grigio si compone di un alto sarcofago su cui è posto un angelo inginocchiato che sparge dei fiori di giglio sulla tomba. Il gruppo in marmo viene commissionato a Diego Sarti, il quale pur essendo stato uno dei protagonisti assoluti della scultura bolognese non ha realizzato molte opere. Anche all'interno della Certosa lo scultore non è poco presente, oltre alla Tomba Cloetta esegue il Monumento Montanari (sempre nel Chiostro VII), altre tre opere nella Galleria Annessa al Chiostro VI ed il busto a Giovan Bttista Ercolani nella Sala del Colombario.

Nel 1898 in occasione della commemorazione dei defunti, l'opera viene così descritta in un articolo di giornale: "La nobile famiglia Cloetta ha eretto alla memoria de' suoi un monumento modesto di proporzioni ma eletto per lo squisito sentimento d'arte che ha ispirato lo scultore e la finezza colla quale gli ha dato forma gentile e suggestiva. Su un sarcofago severamente sagomato e ornato di eleganti fregi s'inginocchia il dolce angelo della Pietà, che raccogliendo l'ale sparge sull'urna candidi gigli, simbolo dell'amore, puro e fresco sempre, dei superstiti pei cari troppo presto tolti di questa vita. Il professore Diego Sarti ha modellato l'angelo con la grazia che gli è abituale, dandogli un'espressione di soavità che intenerisce; e la linea retta della figura composta si armonizza così bene con quella corretta del sarcofago, appena sporgente dalla parete poco profonda, da ottenere un insieme assai gradevole. Lo stemma della famiglia Cloetta e l'iscrizione che sarà incisa in oro sulla base completano il monumento".

Leggi tutto

Simboli

Eventi

Luoghi

Persone

Documenti
Certosa di Bologna (La)
Tipo: PDF Dimensione: 160.28 Kb

Angelo Raule, La Certosa di Bologna - Guida; Nanni, Bologna, 1961, INDICE DEI NOMI

Apri mappa