Mignani Orazio

Mignani Orazio detto/a Ateo

18 luglio 1920 - 2 maggio 1945

Note sintetiche

Titolo di studio: Licenza avviamento professionale
Causa della morte: Esecuzione
Occupazione: Meccanico

Riconoscimenti

  • Partigiana/o ( 4 giugno 1944 - 21 aprile 1945)

Scheda

Orazio Mignani, nome di battaglia "Ateo", da Vittorio e Clarice Mattioli; nato il 18 luglio 1920 ad Anzola Emilia. Nel 1943 residente a Bologna. Diploma di avviamento professionale. Meccanico.
Prestò servizio nella GAF a San Pietro del Carso (GO) dal 13 gennaio 1941 all'8 settembre 1943.
Subito dopo l'inizio della lotta di liberazione organizzò i primi nuclei armati nella zona di Santa Viola (Bologna) che poi confluirono nella 1ma brigata Irma Bandiera Garibaldi. Nell'autunno passò alla 63a brigata Bolero Garibaldi e operò nella zona di Zola Predosa e Calderara di Reno.
Catturato dai fascisti il 14 dicembre 1944 venne rinchiuso in San Giovanni in Monte (Bologna) e deportato il 28 febbraio 1945 in un campo a Brentonico (TN) e qui fucilato, con altri partigiani imolesi, il 2 maggio 1945.
Riconosciuto partigiano dal 4 giugno 1944 alla Liberazione. [Nazario Sauro Onofri]

Note

E' ricordato nel Sacrario di Piazza Nettuno.

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Opere

Luoghi

Bibliografia
Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919- 1945)
Albertazzi A., Arbizzani L., Onofri N.S.
1985 Bologna ISB