Lipparini Norina

25 luglio 1908 - [?]

Note sintetiche

Titolo di studio: Terza elementare
Occupazione: Operaio/a

Riconoscimenti

  • Partigiana/o (21 gennaio 1944 - 21 aprile 1945)

Scheda

Norina Lipparini, da Giuseppe e Amedea Tartarini; nata il 25 luglio 1908 a Ozzano Emilia. Nel 1943 residente a Zola Predosa. 3a elementare. Operaia alla Ducati.
Militò nel battaglione Zini della 63a brigata Bolero Garibaldi e operò a Zola Predosa.
Entrata nel movimento partigiano tramite Mario Tabarroni e Mario Vignoli, ebbe incarichi militari. Successivamente le furono assegnate anche responsabilità politiche. Mantenne i collegamenti con i gruppi operanti tra Lavino di Sopra (Zola Predosa) e Crespellano. Fu fra le organizzatrici della manifestazione delle donne di Zola Predosa del 9 giugno 1944, nel corso della quale vennero dati alle fiamme i registri di leva.
Ebbe il gravoso compito, nell'ottobre 1944, di andare a riconoscere i partigiani trucidati al ponte della ferrovia di Casalecchio di Reno. «Scesi tra di loro. Non v'era attorno anima viva [...]. Andai vicino ad ognuno dei morti. Erano straziati, irriconoscibili [...]. Non riuscii nemmeno a riconoscere il mio amico e compagno Gino Zucchini». «Uno spettacolo terribile» che non solo non la fece desistere dal suo impegno partigiano, ma la spronò a dedicarvisi con maggiore energia.
Riconosciuta partigiana con il grado di sottotenente dal 21 gennaio 1944 alla Liberazione. Testimonianza in RB5. [AQ]

Leggi tutto

Ha fatto parte di

Eventi