Le bombe colpiscono anche la collina

Scheda

Le sirene di allarme antiaereo suonano alle tre del pomeriggio. Dopo circa un'ora la città è colpita pesantemente dai bombardieri Liberator, che sganciano 875 bombe per 200 tonnellate di esplosivo. Oltre allo scalo ferroviario, sono oltre 200 gli edifici centrati.
Per la prima volta viene colpita anche la zona collinare a sud della città, finora risparmiata dalle distruzioni. Subiscono gravi danni la chiesa dei SS. Filippo e Giacomo, Palazzo Montpensier, la Facoltà di Ingegneria, l'Istituto Pier Crescenzi, la chiesa e il convento di San Giuseppe fuori porta Saragozza, la Villa Guastavillani a Barbiano.
Si contano 182 morti e 110 feriti.

cronologia sala borsa

Leggi tutto

Luoghi

Eventi